28 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 28 Settembre 2021 alle 21:49:00

Cronaca News

“Donne per la Città”, l’impegno per Taranto

“Donne per la Città”, l’impegno per Taranto
“Donne per la Città”, l’impegno per Taranto

Nel febbraio 2020 nasce a Taranto il “Gruppo Donne per la città” composto da donne impegnate in ruoli isti­tuzionali, che nella propria carriera hanno dedicato il loro lavoro per il bene della comunità jonica. Il gruppo è così formato: Antonella Bellomo già Prefetto di Taranto oggi Prefetto di Bari, Bina Santella Presi­dente del Tribunale per i Minori di Taran­to, Antonella Montanaro Procuratore della Repubblica per i Minori, Eva Degl’ Inno­centi Direttrice Museo Archeologico Na­zionale di Taranto MArTA, Maria Picarre­ta Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Brindisi Lecce e Taranto, Anna Cammalleri Direttore Generale URS della Puglia, Vera Corbelli Com­missario Bonifica Ambientalizzazione e Rigenerazione Taranto, Claudia Sanesi Segretario Generale Camera di Commer­cio Taranto, Beatrice Lucarella Presidente Sezione Alimentari del Turismo e della Cultura Confindustria Taranto, Sara La­notte Dirigente Medico presso Presidio Ospedaliero S.S. Annunziata, Nicla Pstore Giornalista e Carmen Galluzzo Motolese Presidente del Club per l’Unesco di Ta­ranto e dell’Ass. Marco Motolese nonché Consigliera Comunale, che ha proposto la formazione del Gruppo, condiviso poi all’unanimità dalle donne su elencate.

Tut­te donne dotate da ricchi curricula, grande umanità e preparazione impegnate nella salvaguardia dei diritti umani, bambini e non solo. Donne alla direzione di alte ca­riche quali la direzione di una prefettura, del mondo della Giustizia, della industra e della Sanità, nella progettualità scolastica di una intera regione o nella salvaguardia dei beni culturali e paesaggistici, nella ri­generazione e bonifica dell’ambiente ma­rino e non solo. Cosa dire poi del grande mondo del volontariato e della cultura in­ternazionale affinchè siano tenuti stretti i valori nati dalle esperienze della guerrae nel mondo della comunicazione. E’ risa­puto che le donne nei posti di comando nel mondo profit. riescono a condurre con successo il loro impegno professionale. Se parliamo poi del mondo no profit, le donne sono anche al primo posto in Italia. La no­stra città possiede un gran numero di don­ne impegnate in ogni campo che svolgono il loro lavoro con tenacia e passione.

“La sera della inaugurazione del nostro anno sociale” dice la presidente del Club per l’Unesco di Taranto e della ‘Marco Moto­lese’ Carmen Galluzzo Motolese, che ha proposto la formazione del gruppo, dopo aver ascoltato quali erano i percorsi che tutte le donne oggi sono nel Gruppo ‘Don­ne per la città’ nacque da parte di alcune di noi il desiderio di fare rete, di lavora­re insieme per il nostro territorio ognuno con le nostre competenze. La nostra città vorrebbe vivere attraverso le varie proget­tualità in atto una rinascita nonostante le tante problematiche sociali occupazionali e ambientali che sono un freno alla risco­perta di una città ricca di tanta storia e cul­tura. Realizzeremo insieme progetti che possano essere utili alle fasce debili e non solo e potremo essere di supporto a tutti coloro che ci presenteranno richiesta”. “In questo momento terribile che sta vivemdo la nostra societa ionica, l’Italia e tutto il mondo cominciamo con un piccolo gesto solidale a quattro comunità del tarantino che accolgono, educano istruiscono e for­niscono punti di riferimento alla crescita di bambini e ragazzi. Numerosi ospiti tra piccoli e ragazzi distribuiti in queste quat­tro strutture alle quali abbiamo donato li­bri e uova pasquali e dolciumi per sentirci a loro vicini in questa ‘particolare’ Pasqua che abbiamo vissuto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche