14 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Maggio 2021 alle 19:15:24

Cronaca News

Due apparecchi utili per la lotta al Covid-19 donati al Moscati

Due apparecchi utili per la lotta al Covid-19 donati al Moscati
Due apparecchi utili per la lotta al Covid-19 donati al Moscati

Due Emogasana­lizzatori, apparecchi utili per la lotta al Covid-19, sono stati do­nati dai titolari della Ecotaras SpA e di First Point Srl.

Le due apparecchiature sono state ordinate dalla famiglia di imprenditori tarantini, titolare delle due aziende, nelle prime settimane dello scoppio dell’epi­demia. La scelta dell’intervento (35mila euro) è avvenuta sulla base delle immediate esigenze del Reparto di Rianimazione e Anestesia dell’Ospedale Mo­scati, condotto dal dott. Michele Cacciapaglia. Proprio nei gior­ni prima di Pasqua, i due nuo­vi Emogasanalizzatori (marca Werfen modello GEM 5000) comprensivi di Cartucce Gem per un totale di 4500 test, sono stati consegnati ed installati. Nell’intervento è stato compre­so l’addestramento del personale addetto.

I due Emogasanalizzatori, parti­colarmente indicati per i pazien­ti che presentano insufficienza respiratoria o dispnea acuta, dal 7 aprile sono di supporto al Re­parto Covid-19 del Moscati. At­traverso l’analisi di un campio­ne, gli apparecchi permettono la rilevazione della quantità di ossigeno e di anidride carboni­ca presenti nel sangue e del suo ph. Il risultato di questa analisi è necessario per la valutazione delle funzionalità dell’apparato respiratorio e per la rilevazione di eventuali squilibri

indicativi di patologie polmona­ri, renali o metaboliche.

I due importanti macchinari – come si accennava – sono stati donati dalla Ecotaras Spa (che opera nella prevenzione inqui­namenti nel porto) e dalla First Point Srl (che sta realizzando il nuovo hotel alle porte di Tal­sano) e si aggiungono alle altre importanti donazioni fatte da numerose aziende locali che, nonostante la crisi del nostro territorio, non si sono sottratte ad un concreto atto solidarietà a vantaggio di tutta la nostra co­munità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche