Cultura News

Uguali sempre, giovani o vecchi…

Perché chiudere in casa sessantenni sani e in grado di tutelarsi

Anziani
Anziani

Si tratta di cosa, molto persona­le, ma non tanto: chi decide che i vecchi sono vecchi a sessant’anni e pericolosi per sé e per altrui?

A pensarlo ci vuole davvero una faccia di… mascherina! allora giriamo tutti con la cartella cli­nica appesa la collo, mai però senza mascherina! E rendia­mo tutti uguali i cittadini, come (pare) ancora, secondo Costitu­zione.

Noi “vecchi” d’Italia (ma la vec­chiaia e la morte non erano state abolite dal… cellulare!) noi, che siamo storia, facciamo reddito e siamo badanti che “come noi la mamma non ne fa più”, noi amici di medici, onore delle farmacie, sostegno del mutuo dei figli e dei nipoti, testimoni di tutto, spesso poeti, navigatori, presidenti di stati e di governi, papi, santi e grandi peccatori chiediamo un po’ di rispetto!

Da soli (anche all’aperto, ai giar­dini, ripa di mare e nei boschi coi nipotini) saremmo in grado di sa­perci tutelare e se ci ammaliamo, come sempre accade e detta la natura anche ai giovani, ai bam­bini, e persino alle piante e agli animali, giuro che lo diciamo.

Siamo persone serie: mandia­mo avanti mezzo paese… E non facciamo, come tantissimi ragaz­zotti a “quarantena scaduta”, né patriottica ammuina per la stra­da, né sui tetti, come i gatti.

Quei ragazzotti invece, disat­tenti, ipnotizzati lì a “postare” potrebbero (come vedo… solo io?) generare “assembramenti” (terribile parola sempre, e an­cor più in tempi da memorie di Resistenza) e portare loro sì a passeggio certi virus da due tre e anche quattro… palle, tutte in­sieme. Per darci veramente del bene e del rispetto, non lasciate­ci impazzire, a noi vecchietti sani come… i sani, ma responsabili spesso più dei sani inconsapevo­li della loro sanezza; perché per noi la salute è un bene con cui ci confrontiamo ogni giorno e sia­mo attenti pure a uno starnuto ed, egoisticamente, non tanto per non fare male agli altri, ma esse­re certi che non stiamo male noi.

Ci volete chiusi in casa per farci del bene? o perché non si creino presunti problemi ai signori dai proclami a “reti unificate”?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche