22 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Giugno 2021 alle 16:09:36

E' cominciata a Taranto la Fase 2
E' cominciata a Taranto la Fase 2

Questo momento lo aspettavamo da tempo. Una ripresa, seppure graduale, della normalità. Rivedere aperti i bar, cuore della socialità mattutina, ha infuso fiducia e speranza, addolcito le amarezze e le tristezze, in alcuni casi purtroppo anche i dolori, patiti in queste surreali settimane di lockdown, una parola che avremmo volentieri evitato di far entrare nel nostro vocabolario.

Certo, ci sono settori ancora fermi e per i quali bisognerà attivare forme rapide di sostegno se non si vuole rischiare di appesantire un bilancio già di per sé in rosso, perché – non dimentichiamolo mai – dietro ogni attività c’è la vita di intere famiglie, migliaia di famiglie che in questi mesi non di rado hanno persino patito la fame. Nei sorrisi colti ieri mattina si leggeva però tutto il desiderio di ripartire, di riprendersi il tempo perduto. Con una forza morale ritrovata che sarà il motore per ricostruire il nostro futuro prossimo. Cambieremo tanto e tanto siamo già cambiati, ora però abbiamo l’obbligo di ripartire con responsabilità e serietà. Ci sarà modo di capire come saranno ristrutturate le nostre vite, il nostro lavoro, come dovranno essere riprogettati il nostro sistema sanitario e quello scolastico. Adesso è il momento di percepire il valore di questa ripartenza e della libertà di movimento, seppure parziale, che contiene.

Che non è libertà di infrangere le regole. Taranto e la sua provincia sono state esemplari per il livello di civiltà mostrato in queste settimane e non a caso questa è tra le zone meno colpite dal contagio. Non sprechiamo questo vantaggio: la libertà e la salute sono troppo preziose per essere gettate al vento. Siamo sicuri che i tarantini sapranno dimostrare ancora una volta grande maturità. Bentornata, Taranto.

Enzo Ferrari
Direttore Responsabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche