27 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 27 Ottobre 2020 alle 17:42:13

Cronaca News

La sanità tarantina piange la scomparsa del prof. Iarussi

Era direttore della Unità Operativa Complessa di Chirurgia del presidio ospedaliero Ss. Annunziata di Taranto

Il prof. Teodorico Iarussi
Il prof. Teodorico Iarussi

Un grave lutto ha colpito nella giornata di domenica la sanità jonica.

Circondato dall’affetto dei suoi due adorati figli, Cecilia ed Enrico, si è spento a Chie­ti il prof. Teodorico Iarussi, Direttore della Unità Operativa Complessa di Chirurgia del Presidio Ospedaliero SS. Annunziata di Ta­ranto. Professionista noto e molto amato dai suoi collaboratori e dai suoi assistiti, a cui ha dedicato gran parte della sua vita, ha segna­to una svolta straordinaria di qualità nella Chirurgia dell’Asl jonica, dove operava dal 2016.

Nato a L’Aquila nel 1958 ha vissuto tra Pe­scara, la sua città di origine, e Taranto. Dopo la laurea a Chieti consegue la Specializza­zione di Chirurgia Generale e, in seguito, in Chirurgia Toracica. Nel 1996 lavora presso il Servizio di Chirurgia Toracica della XIII Università di Parigi. Cinque anni dopo con­segue il titolo di Dottorato di Ricerca e pre­sta nello stesso anno servizio presso la Chi­rurgia Toracica della Washington University in St. Louis entrando nel programma di tra­pianto del polmone. Dopo una esperienza come medico volontario in Eritrea diviene, nel 2008, responsabile Regionale di Chi­rurgia Endoscopica disostruttiva tracheo-bronchiale e, in seguito, Dirigente di I livel­lo presso l’Istituto di Chirurgia Generale e Toracica dell’Università di Chieti e Diret­tore della SC di Chirurgia presso l’Azienda Sanitaria locale di Matera. Ha partecipato, in qualità di relatore, a numerosi congressi nazionali ed internazionali. Il suo convegno più recente, nello scorso 21 e 22 settembre 2019 a Taranto, ha portato i più illustri chi­rurghi toracici d’Italia per confrontarsi sul carcinoma broncogeno.

Ha edito a stampa oltre cento pubblicazio­ni su riviste scientifiche nazionali ed inter­nazionali. È stato Docente di Anatomia e Fisiologia Umana per la Marina Militare e Docente di Chirurgia Toracica presso l’Uni­versità di Chieti, ruolo che ha ricoperto fino a poco tempo fa. Presso la struttura tarantina Iarussi ha eseguito numerosi interventi pre­valentemente per tumori del polmone, ma anche operazioni riguardanti mesotelioma, pneumotorace ed enfisema bolloso, patolo­gie molto diffuse a Taranto, anche a causa dell’inquinamento di origine industriale, oltre che alla trachea e all’esofago, facendo divenire in breve tempo la struttura uno dei punti di riferimento sul territorio pugliese e in tutto il Sud Italia.

Stefano Rossi, direttore generale dell’Asl di Taranto, lo ricorda con affetto e profondo senso di gratitudine: «Sono molto addolo­rato per la scomparsa del prof. Iarussi. Mi piace ricordarlo per la sua profonda disponi­bilità e umanità: sempre gentile e sorridente, è stato un ottimo medico oltre che un caro amico. Sono certo che il suo ricordo resterà per sempre indelebile nel cuore di chi lo ha conosciuto. Alla sua famiglia va l’abbraccio di tutta la sanità jonica».

Cosimo Nume, presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Taranto, sottolinea «Il valore professionale ed umano del collega che ave­va scelto Taranto come luogo in cui prestare la sua preziosa opera, alleviando così le sof­ferenze di moltissime persone che avevano trovato in lui la ragione per rinunciare ai viaggi della speranza e curarsi nella propria città. Da oggi ci sentiamo più soli, il profes­sor Iarussi lascia un vuoto che difficilmente potrà essere colmato. Alla sua famiglia giun­ga l’abbraccio di tutti i colleghi».

Vito Gaudiano, attuale componente del Cceps presso il Ministero della Salute: «Quando sono stato alla guida dell’Asl di Matera l’ho voluto all’ospedale Madonna delle Grazie dove si è distinto per la sua grande umanità e per le sue doti professio­nali e scientifiche. Infine, è giunto a Taranto, città che, purtroppo, con la sua scomparsa perde oggi una vera eccellenza».

Il presidente della Regione Puglia Miche­le Emiliano esprime profondo cordoglio: «Con grande tristezza ho appreso la notizia di questa perdita. Ci lascia un medico che tanto ha dato in termini di professionalità e umanità a tutti coloro che ha avuto in cura. Sono vicino alla famiglia, agli amici e ai col­leghi del prof. Iarussi con sincera commo­zione».

Francesca Franzoso, consigliere regiona­le: «Con la scomparsa del professor Teo­dorico Iarussi Taranto e la Puglia perdono un professionista eccellente, un fuoriclasse della chirurgia toracica, oltre che medico di grandissimo valore umano. Esprimo il mio più sentito cordoglio alla famiglia. La sani­tà pubblica pugliese da oggi è più povera. La perdita del Professor Iarussi ha sconvolto Taranto. Iarussi non era solo un chirurgo di talento, ma anche un validissimo primario. Strappato alla concorrenza delle altre Regio­ni, Iarussi è stato capace, in breve tempo, di rivoluzionare il reparto di chirurgia del Ss. Annunziata e renderlo tra i più competitivi d’Italia. Ringraziamo il professore per quel­lo che ha fatto a Taranto, con il suo lavoro instancabile e con il suo esempio. Resterà un modello per il nostro servizio sanitario».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche