22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 06:45:31

Cronaca News

«Scippati a Taranto duecento milioni di euro»

Una veduta aerea di Taranto
Una veduta aerea di Taranto

«Apprendiamo di aver subito, nuovamente, uno scippo nei confronti della nostra città; un gesto che rischiamo di pagare a caro prezzo, non solo come ricadute effettive sul territorio, ma anche politicamente come Partito Democratico poiché partito al Governo del Paese. Sono infatti spariti dalla bozza del Dl “Rilancio” tre importantissimi emendamenti provenienti dal Mit che avrebbero riversato sul territorio circa 200 milioni di euro per riorganizzare e innovare completamente il sistema di trasporto locale, disegnando una nuova mobilità urbana che impatterebbe totalmente in termini positivi sul volto della città, contribuendo a costruire la nuova Taranto che tutti insieme, con notevole sacrificio, abbiamo immaginato».

Sono gli assessori comunali Francesca Viggiano e Deborah Cinquepalmi a rivolgersi al segretario Pd, Nicola Zingaretti, per stigmatizzare quello che definiscono uno «scippo» alla città. «Serve, oggi più che mai, che il Partito si faccia politicamente carico di questa incresciosa situazione e che supporti l’operato della Ministra De Micheli, che ringraziamo per il lavoro fatto, che con la struttura tecnica del suo dicastero ha prodotto i tre emendamenti con relative coperture finanziare. Un altro danno di queste dimensioni verso la nostra città non sarebbe tollerato e il Pd non può risultare complice di tutto ciò, non agli occhi dei cittadini che già oggi nutrono forti dubbi su alcune delle scelte fatte dai precedenti Governi, sempre a guida Pd, per la città di Taranto. Segretario, siamo ancora in tempo! Proseguiamo con la giusta linea tracciata dalla Segreteria Nazionale, dai parlamentari locali del Pd e dal partito locale per far sì che Palazzo Chigi reintroduca i provvedimenti nel Dl, così da iniziare a garantire a Taranto quelle risorse per troppo tempo promesse e mai ricevute».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche