29 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 29 Novembre 2020 alle 08:31:58

Cronaca News

Truffe online, smascherati due tarantini che percepivano anche indebitamente il reddito di cittadinanza

I controlli dei carabinieri
I controlli dei carabinieri

I carabinieri della Stazione Taranto Principale, al termine di mirate indagini sul fenomeno delle truffe online, hanno smascherato due tarantini che percepivano anche illecitamente il reddito di cittadinanza. Gli investigatori hanno infatti accertato che i due, un uomo e una donna, entrambi con precedenti penali, percepivano un vero e proprio “reddito illecito” derivante dalla attività di truffatori online.

Da tale situazione, oltre alla denuncia per truffa ai danni di ignari acquirenti, è scattata anche quella per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, in quanto i due hanno percepito in modo indebito dallo Stato rispettivamente 5500 euro la donna e 2500 euro l’uomo. Entrambi sono stati segnalati all’Inps che ha provveduto a sospendere l’erogazione del reddito di cittadinanza nei loro confronti. I carabinieri di San Giorgio Jonic hanno, invece, arrestato un 25enne di Carosino. Minacciava i genitori per ottenere il denaro necessario a procurarsi sostanze stupefacenti. Su disposizione del pm di turno, è stato posto ai “domiciliari” nell’abitazione di un parente. Nel weekend i militari delle Compagnie di Taranto, Martina Franca e Massafra, avvalendosi del supporto dei loro colleghi del Nucleo Cinofili di Modugno e dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Puglia, hanno eseguito controlli e perquisizioni in diverse zone. Nel corso delle attività, che hanno visto l’impiego di oltre 150 uomini, a Taranto Vecchia, Taranto Tamburi, Martina Franca, San Giorgio Jonico e Statte, controllate 65 persone, 40 autovetture e 15 moto. Elevate 15 multe per guida senza casco, 5 per guida senza patente e 25 per guida senza cinture di sicurezza. Eseguite 30 perquisizioni personali e 14 domiciliari. Un 26enne, arrestato a Statte, perchè sorpreso in possesso di hashish e marijuana e 8 denunciati, uno per resistenza a pubblico ufficiale in quanto non si è fermato all’alt e sette per illecita detenzione di stupefacenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche