Cronaca News

Traffico di auto rubate. Nella rete anche un savese

Guardia di Finanza
Guardia di Finanza

SAVA – C’è anche un savese, G.F., tra le dodici persone arrestate dalla Guardia di Finanza di Brindisi nell’ambito di una indagine denominata Make-Up, su un traffico di auto rubate che finivano in una rete di vendita. Le indagini si sono concentrate su quella che gli inquirenti considerano una associazione per delinquere con base a Ceglie Messapica, che avrebbe gestito la vendita di vetture.

Alcuni degli indagati avrebbero compiuto direttamente i furti di auto, altri si sarebbero recati periodicamente in Germania o in Bel­gio per procurarsi, da commercianti del posto , i documenti relativi a veicoli regolarmente immatricolati all’estero al fine di trasferirne l’identità formale su quelli di provenienza illecita.

Un vecchio sistema per riciclare le auto rubate, che prevedeva anche l’utilizzo di “targhe prova”, con cui le vetture venivano trasferite in provincia di Foggia per la modifica dei codici del telaio presso una officina connivente. Inoltre il processo di riciclaggio comprendeva la ricodifica delle centraline elettroniche e la fabbricazione di nuove chiavi. L’operazione si concludeva con una nuova immatricolazione come veicoli usati, di provenienza estera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche