News Spettacolo

Il mio nuovo viaggio: le nuove storie in musica di Nek

Il concerto live su RTL 102.5, in streaming e su YouTube

Nek
Nek

MILANO – «Ho sentito il biso­gno di non fermarmi, come la musica in generale, ed è una mia esigenza personale di poterla con­dividere perché, senza la musica, morirei: sono molto passionale e l’ho fatto nonostante i tempi duri e difficili».

Lo ha ammesso Nek durante la videoconferenza di presentazione del suo nuovo album “Il mio gioco preferito – parte seconda” in uscita oggi, seconda parte del disco usci­to lo scorso anno.

«Alla seconda parte dell’album stavo lavorando già da otto mesi, ho scritto delle canzoni in tour­née, ma quando è cominciato il lockdown non avevo ancora ter­minato di scriverlo e ho dovuto momentaneamente rallentare tutta la macchina – ha accennato – Ho deciso di andare avanti con la mia musica, ho messo insieme quello che ho raccolto in questo proget­to continuando a scrivere ancora tanto che ho addirittura altri brani nuovi per uscire già fra un paio d’anni con un altro disco nuovo. A tutto questo non ci sto, neanche se mi puntano una pistola alla tem­pia. Mia nonna diceva sempre che solo alla morte non c’è rimedio».

L’album è stato anticipato dal sin­golo “Perdonare” cui ha fatto se­guito il video.

«Il video è di tutti i fans che che hanno voluto regalare il loro sorri­so attraverso le loro clip – ha fatto notare – In poco più di 24 ore mi sono arrivati quasi mille contenu­ti, impossibile da utilizzare tutti, ma sono grato a ciascuno di loro che mi hanno lasciato senza paro­le e il risultato è davvero emozio­nante».Nek ha voluto presentare questo nuovo lavoro nel giorno dell’anniversario di matrimonio con sua moglie Patrizia.

«Ci amiamo da più di 20 anni e se c’è amore in una coppia ci si adat­ta a tutto, anche se ci sono mo­menti particolari ma non abbiamo mai lasciato spazio ad altro se non a chiedere scusa sì – ha rivelato – Tutto grazie a mia moglie, lei è la più matura fra noi due ed è stata madre prima che io diventassi pa­dre, ha sempre un modo di sapersi arrangiare: io sono più bambino e ho bisogno che mi si organizzi qualcosa, abbiamo vissuto con grande serenità questi anni; nel brano “E sarà bellissimo” che non è dedicato a lei, mi sono immagi­nato soldato e mi sono rivisto te­nendo il suo viso fra le mie mani, lei è davanti a me ed è naturale che nella mia immaginazione c’è sempre lei, e quando torno a casa vado da lei». Per presentare il nuo­vo album, Nek ha realizzato un concerto nella suggestiva corni­ce, chiusa al pubblico, di Piazzale della Rosa a Sassuolo, la sua città, accompagnato dalla sua band, in un vero e proprio ‘live’; il concerto sarà in anteprima integrale oggi, dalle ore 21:00, in radiovisione su RTL 102.5, in streaming su www.rtl.it e a seguire su YouTube.

«Questo ‘live’ su RTL rappresenta il primo movimento per presenta­re il disco – ha sottolineato – Ho sentito di doverlo fare nella mia città, nel piazzale della Rosa alle spalle del palazzo ducale dell’epo­ca estense, per dare un segnale di partenza; le canzoni nuove le ho dovute arrangiare alla meglio, ci sarà qualche accenno del mio re­pertorio e durerà un’ora circa». Nek ha pensato che al momento questo è il modo migliore per arri­vare ai suoi fans. «Rispetto ad al­cuni miei colleghi che hanno fatto loro ragionamenti io vado avanti a piccoli passi – ha riflettuto – Qual­siasi altra proposta la valuterò in futuro anche se a breve termine non ci sono altri appuntamenti ‘live’; dovevo partire per una tour­née europea ma dovremo accon­tentarci: non vorrei suonare all’A­rena di Verona davanti a sole 500 persone. Concerti in streaming a pagamento? Vedremo in seguito alcune alternative e valutare qua­li possono essere percorribili: per certo saremo i primi a ripartire, per rispetto al pubblico. Penso ai miei amici albergatori, baristi, negozianti che non tutti potranno riaprire».

Nek incontrerà i propri fan in una serie di eventi online, una novi­tà assoluta per l’artista e per il suo pubblico; sarà una chat room esclusiva, in cui l’artista racconte­rà l’album, interagirà con i fan e suonerà per loro il 4, 8 e 9 giugno: per info: www.mondadoristore.it/nek-cd-evento-il-mio-gioco-pre­ferito/.

«Cerco di adattarmi alle esigenze di questa maledetta distanza – ha confessato – Mi sono sentito di percorrere questa strada pur di non fare niente, interagendo con delle persone e io ne ho bisogno: è il caso di accontentarci delle vie alternative; molti fan hanno aderito per la loro esigenza di incontrami e di condividere la mia musica attraverso una diavoleria come questa».Sulla copertina è ritornato il cubo di Rubik stilizzato. «Non ci sono mai andato d’accordo con il cubo magico ma ora direi che è completato e la semplicità è il fulcro di tutto – ha precisato – La vita è fatta di incastri: ci sono tante altre storie nelle quali fungo da narratore e questa volta ci sono riuscito».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche