Cronaca News

Emergenza Covid, buone notizie per gli avvocati jonici

Fedele Moretti
Fedele Moretti

Nei giorni scorsi nel capoluogo jonico sono stati ema­nati due importanti Decreti finalizzati a realizzare, seppur nel pieno rispetto delle procedure in vigore per limitare la diffusione del con­tagio da Covid-19, una graduale e via via più intensa ripresa delle attività forensi.

«Entrambi contengono, infatti, disposizioni che per­metteranno a una parte importante dell’avvocatura jonica di tornare finalmente, seppur parzialmente, ad operare – spiega Fedele Moretti, presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Taranto – Un Decreto, a firma del Presidente del Tribunale di Taran­to, Dott.ssa Anna De Simone, reca nuove disposizioni per le udien­ze penali in Tribunale e per tutte le udienze dinanzi al Giudice di Pace, mentre un altro, a firma del Presidente della Corte di Appello di Lecce – Sezione Distaccata di Taranto, Dott. Antonio Del Coco, dispone nuove modalità per accedere all’Unep (Ufficio notificazioni, esecuzioni e protesti). Ad essi si è poi aggiunta la comunicazione, a firma del medesimo Presidente Del Coco, con la quale è stato disposto che i processi con im­putati liberi, già rinviati nei mesi da settembre in poi, possano essere chiamati nelle udienze in calendario sino al 24 luglio prossimo, previa richiesta da parte dei difensori.

Queste disposi­zioni rappresentano solo un “primo passo” ver­so la “nuova normalità” dell’attività forense che deve comunque tener conto dei limiti imposti dalla normativa anti Convid-19, pur svolgendo­si in un territorio dove, almeno al momento, per fortuna il tenore del contagio è stato limitato. Altresì rappresentano un importante risultato dell’impegno che il Consiglio dell’Ordine de­gli Avvocati di Taranto, nella quasi totalità dei suoi componenti, sta profondendo nell’interes­se di tutta l’Avvocatura Jonica, al fine di lenire il più possibile gli effetti della drammatica crisi che sta colpendo le attività professionali e reddituali degli avvocati. A tal fine da settimane i rappresentanti dell’Ordine degli Avvocati di Taranto hanno avviato una costruttiva interlocuzione con i responsabili degli Uffici giudiziari di Taranto per cercare, nel pieno rispetto dei ruoli, di elaborare alcune proposte e di trovare delle soluzioni condivise. Il Decreto a firma del Presidente del Tribunale di Taranto, Dott.ssa Anna De Simone, segna un importante passo avanti soprattutto per le attività del Giudice di Pace, con dispo­sizioni che riguardano una parte numerosa ed importante dell’Avvo­catura Jonica. In particolare, per il civile ogni magistrato terrà una udienza settimanale, chiamando dieci processi e dando preferenza ai cautelari ed alle cause fissate per la discussione. Per il penale i processi chiamati saranno sei. Il tutto nel rispetto delle norme sul distanziamento. Per il Tribunale Penale potranno essere trattati pro­cessi con misure cautelari personali, riesami, incidenti di esecuzione e patteggiamenti, processi con detenuti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche