01 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 01 Agosto 2021 alle 22:53:00

Cronaca News

Stop a guanti e mascherine lasciate in strada

L’appello del dr. Mario Balzanelli, presidente della Società italiana dei sistemi del 118

Stop a guanti e mascherine lasciate in strada
Stop a guanti e mascherine lasciate in strada

Soprattutto in questo periodo di allentamento delle misure restrittive anti-co­vid 19 si va intensificando l’ab­bandono sui marciapiedi, dopo l’uso, di guanti e mascherine: oltre che un atto di inciviltà, questo potrebbe configurarsi come un atto gravissimo tale da far daccapo aumentare i con­tagi e perciò particolarmente perseguibile. A fronte di questo malvezzo, facilmente riscontra­bile sulle nostre strade, anche le più affollate, l’allarme è lan­ciato dal presidente della Socie­tà italiana dei sistemi del 118, dott. Mario Balzanelli,. Guanti e mascherine vengono persino abbandonati a terra, come atto di sfregio verso la comunità, vicino ai cassonetti, in atto di visibile rifiuto di ogni norma del vivere civile. Solo che que­sta volta tale atto assume rilievi di particolare gravità, tale da rendere necessario l’interven­to delle forze dell’ordine. “Mi sembra veramente inconcepibi­le che tanti tarantini ancora non comprendano la particolare gra­vità di tali comportamenti, che potrebbero avere conseguenze gravissime per tutta la comuni­tà – spiega il dott. Balzanelli – Mascherine e guanti, dopo l’u­so, recano infatti su di sé gocce di saliva e di sudore che, se provenienti da asintomatiche e venendo casualmente a contat­to con altre persone (i bambini, su tutti), potrebbero provocare la trasmissione di virus, accen­dendo focolai di infezione. In tal caso potremmo così ritro­varci tutti daccapo bloccati in casa, questa volta ancora più a lungo, e con l’economia irrever­sibilmente sotto scacco”.

Il discorso, sottolinea il dott. Balzanelli, è valido anche per bottiglie di birra e altre bevande e di fazzoletti e tovaglioli, ab­bandonati ogni sera nei consueti punti di ritrovo, piazza Garibal­di e piazza Ebalia su tutti, con­tenenti anche questi tracce di saliva e tali, se usate persone asintomatiche, da provocare il passaggio del virus.

“Aderire alle norme di pruden­za e di sicurezza – dice il medi­co – rappresenta un atto di civil­tà preziosissimo e insostituibile al fine di proteggere in modo efficace la nostra vita e quel­la altrui. Faccio quindi appello a ogni tarantino perché questi comportamenti siano evitati e alle forze dell’ordine affin­chè, se ciò dovesse persistere, elevino le opportune sanzioni. Questo, ribadisco, per il bene di tutti”.

Ricordiamo, infine, che, per chi fa la raccolta differenzia­ta, guanti e mascherine devo­no essere smaltiti fra i rifiuti indifferenziati, come anche la carta adoperata per usi igienici e domestici come, per esempio, fazzoletti, tovaglioli e carta in rotoli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche