22 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 22 Gennaio 2022 alle 08:52:00

Calcio News Sport

Il Taranto riparte dal ds Pagni

Ufficializzato il nuovo direttore sportivo, in arrivo l’allenatore. Sul logo ancora polemiche

Massimo Giove e Danilo Pagni
Massimo Giove e Danilo Pagni

Accordo raggiun­to su base triennale tra il Taran­to FC 1927 e Danilo Pagni. Il nuovo Direttore Sportivo, esple­tate le operazioni normative, sarà operativo dalla prossima settimana.

È il primo, annunciato tassel­lo della prossima stagione del Taranto, a cui seguirà l’uffi­cializzazione del nuovo mister, con il nome di Rigoli dato in ascesa. Ma le acque, attorno al club presieduto da Massimo Giove, restano agitate. In cit­tà sono comparsi degli adesivi con il vecchio logo del Taranto e la scritta “lo rivoglio”: il nuo­vo stemma proprio non piace, anche se non è un mistero che la rottura tra società e tifoseria abbia le sue radici nella scorsa, fallimentare annata, e nei pessi­mi risultati sul campo. Intanto, è stato pubblicato dalla Figc e dal Settore Giovanile e Scolasti­co l’atteso protocollo attuativo per la graduale ripresa del cal­cio giovanile e dilettantistico. Il documento, predisposto dal SGS e dalla Commissione Me­dica della Federazione Italiana Giuoco Calcio, fa riferimento all’attuale quadro normativo e a quanto finora indicato dalle Au­torità, dalle Istituzioni e dalle strutture competenti e, nell’am­bito della propria competenza, dispone le norme per tutelare la salute degli atleti, dei gestori degli impianti e di tutti coloro che, a qualunque titolo, frequen­tano i siti in cui si svolgono l’at­tività sportiva di base e l’attività motoria in genere. Il protocollo, che che rappresenta anche fon­te di informazione e formazio­ne al fine di ridurre per quanto possibile il rischio di contagio e trasmissione del virus Sars- Cov-2, compatibilmente con lo svolgimento delle attività speci­fiche del calcio nelle sue varie declinazioni intende pertanto fornire le indicazioni tecnico-organizzative e sanitarie per una graduale ripresa in condi­zione di sicurezza delle attività di base e degli allenamenti del Calcio Giovanile e Dilettantisti­co, relativamente ad ogni com­ponente, categoria e settore.

Il protocollo si rivolge alle Socie­tà sportive affiliate che svolgo­no attività di base (promoziona­le, ludica, didattica) Giovanile e Dilettantistica e che gestiscono e utilizzano impianti e strutture sportive; agli Operatori Sporti­vi (atleti, allenatori, istruttori, dirigenti, medici e altri col­laboratori); a genitori o tutori legali degli atleti minori, ac­compagnatori di atleti disabili. Nel contesto generale di riavvio dell’attività sportiva in fase pan­demica, è opportuno che il Me­dico competente, ove nominato, collabori con il gestore del sito sportivo/rappresentante dell’or­ganizzazione sportiva (Società sportiva) nella attuazione delle misure di prevenzione e prote­zione previste dalle Linee Gui­da e dai Protocolli applicativi di riferimento. Nei casi in cui l’or­ganizzazione sportiva/Società sportiva non abbia incaricato un Medico competente o un Medi­co Sociale dovrà, in ogni caso, attenersi al presente Protocollo incaricando una persona di ri­ferimento (Tecnico Responsa­bile, Dirigente) per il rispetto e il controllo delle misure attua­tive (Delegato per l’attuazione del Protocollo), il quale dovrà comunque operare in collabora­zione con un proprio Medico di riferimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche