30 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 30 Luglio 2021 alle 06:57:00

Cronaca News

Confcommercio, i dirigenti invitano Giangrande a proseguire

Leonardo Giangrande
Leonardo Giangrande

I dirigenti invitano il presidente di Confcommercio, Leonardo Giangrande, a prosegui­re «il suo lavoro di rinnovamento dell’associazione». «Le micro, le piccole e le medio imprese del commercio, del turismo e dei ser­vizi sono tra le più colpite dai ri­flessi della emergenza Covid. La crisi economica che investito il Paese è arrivata sul territorio pro­vinciale come un ciclone che ha spazzato via i rami fragili di una rinascita che da anni Taranto inse­gue nella speranza di costruire un futuro fatto di rinnovamento, pro­gettualità, di nuovi linguaggi che parlino di cultura, mare, produ­zioni tipiche, servizi, innovazione.

Purtroppo – si legge in una nota di Confcommercio Taranto – si dovrà ripartire nuovamente nella consapevolezza dolorosa che qual­cuno potrebbe restare indietro. E’ il momento in cui è necessario dare gambe solide e forti ad un percorso che vede negli uomini e nel progetto di un gruppo gli strumenti per entrare nella fase 3 e da qui ripartire per affrontare il futuro. Un progetto che è fatto di innovazione, servizi, assistenza, competenze specifiche, responsa­bilità ed al quale Confcommercio­Taranto sta già lavorando da mesi e che ha visto nel presidente Leo­nardo Giangrande il suo convinto assertore. Un progetto che non si vuole interrompere, ma che anzi oggi chiede di essere rilanciato e sostenuto con maggior vigore ed energia, e nel convincimento che ora più che mai le imprese abbia­no bisogno di essere rappresentate da una organizzazione che abbia obiettivi certi e che sia capace di scelte compiute al fianco delle im­prese e nel solo ed esclusivo inte­resse delle stesse e del territorio.

In tal senso l’invito (attraverso una lettera) che un importante gruppo di dirigenti dell’Associazione, ha inoltrato al presidente Giangran­de, a voler accettare di riconfer­mare la sua presidenza alla guida di Confcommercio Taranto, e a dare ulteriore slancio al proces­so di innovazione avviato. Una richiesta – prosegue la nota – che implicherebbe una modifica dello Statuto, in linea comunque con gli orientamenti recepiti nelle recenti modifiche statutarie nazionali, e che troverebbe conferma a livel­lo territoriale poiché viene dalla maggioranza del gruppo dirigen­te in carica. Una approvazione e condivisione alla guida espressa da Giangrande nei suoi due pre­cedenti mandati, ed una manife­stazione di fiducia per le capacità dell’uomo e dell’imprenditore nel saper ancora interpretare e gui­dare il processo di innovazione che la storia in corso richiede alle associazioni datoriali, oggi più che mai chiamate in causa a sup­portare le imprese. Una pubblica promozione sul campo che espri­me una condivisa e manifesta vo­lontà di riconsegna del testimone. Ora, la parola passa a Giangrande che ha chiesto tempo e che dovrà valutare se vi siano le condizioni per realizzare a pieno il suo pro­getto di rinnovamento e rilancio di Confcommercio Taranto».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche