21 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Giugno 2021 alle 07:06:02

Cultura News

Viaggio nella storia e nel teatro

Domenica 21 giugno il primo evento alla Lega Navale

La statua di San Cataldo in processione (foto d’archivio)
La statua di San Cataldo in processione (foto d’archivio)

Dopo lo stop dovuto all’e­mergenza sanitaria per Covid19 domeni­ca, 21 giugno, alle 18, dalla Lega Navale riparte “Rotte letterarie autori ed eroi nello Ionio”, la rassegna letteraria che propone una sorta di viaggio nella storia e nel teatro, ideata dal Comune di Taran­to con le associazioni del territorio io­nico.

L’evento, inserito nell’ambito del proget­to “Polysemi – Park of Literary travels in Greece and Magna Graecia” finanziato dall’Unione Europea attraverso il pro­gramma «Interreg Grecia-Italia”, vede tra i partner anche il Dipartimento di lettere dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, il Dipartimento di Informa­tica della Ionian University di Corfù, il Ministero greco della Cultura e dello Sport e la Regione delle Isole Ionie.

Il primo appuntamento, organizzato da “Museion”, affronta il tema “La musica antica fra leggenda e storia – Da Ario­ne di Metimna a Nicocle di Taranto”: i partecipanti avranno l’opportunità di scoprire due fra i più grandi cantautori dell’antichità, il primo avvolto fra mito e leggenda mentre il secondo è figlio di Taranto. Per il 23 giugno invece è in ca­lendario “Il viaggio di Adria”, la lectio che Mario Tozzi, primo ricercatore Cnr e divulgatore scientifico, avrebbe dovuto tenere lo scorso 5 marzo, poi rinviato a causa dell’emergenza.

L’intervento di Tozzi prenderà il via alle 21, ma nella Villa Peripato (in via Pita­gora): un viaggio che “salpa” dalle ori­gini comuni delle terre del Mediterraneo orientale per “approdare” alla crescita del turismo sostenibile nell’Adriatico meridionale e nello Ionio. L’incontro sarà proiettato in differita dal 26 al 28 giugno nel sito archeologico della Necro­poli di via Marche. In quei giorni inoltre, nel sito di via Marche e in tutti gli altri gestiti da “Taranto sotterranea”, saran­no programmate, in collaborazione con la Soprintendenza ai beni archeologici, visite gratuite nel rispetto delle norme di sicurezza stabilite per il contrasto al Covid-19. Il 3 luglio, invece, alle 19, nel Cappellone di San Cataldo andrà in scena “Cataldus, il viaggio di un Santo migra­tore”, lavoro preparato da “Ethra Arche­ologia e Turismo” che racconta la storia del viaggio del Santo Patrono di Taranto, Cataldo, a partire da una disamina de­gli scritti agiografici antichi analizzati degli studiosi di Ethra. Il 10 luglio alle 19, al MuDi (il Museo Diocesano in Cit­tà Vecchia), ancora gli studiosi di Ehtra porteranno in scena “Grand Music Tour: note di viaggio tra Taranto e il mondo”, rievocazione del paesaggio dimenticato di quella Taranto ormai scomparsa. Una terra lontana che riemerge dal diario di viaggio di Ducros e dai suoi dipinti ad acquerello realizzati nel 1778 nel corso di un Grand Tour che condusse l’acquerelli­sta e i suoi compagni di avventura alla scoperta delle antiche rovine di Roma, della Magna Grecia e della Sicilia. Ecco gli appuntamenti in programma nel mese di settembre: sabato 12 e domenica 13 settembre (ore 20) nel Castello Arago­nese andrà in scena la rappresentazione “La vera storia del Generale Dumas” curata dal Teatro Crest. Sempre al Ca­stello sarà allestita una mostra artistico-documentaria sulla vita del generale Du­mas curata dalla Fondazione Amici del Castello Aragonese. Chiude la rassegna “Il ratto di Persefone… Tra mito e realtà”, spettacolo musicale curato da “Museion” e liberamente ispirato all’opera lirica “Proserpine”, di Giovanni Paisiello. Tut­ti gli eventi saranno trasmessi in diretta streaming o pubblicati in differita sulla pagina facebook ufficiale «Polysemi» e sulle pagine degli organizzatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche