Bonus Vacanze, si potrà attivare già dal 1° luglio. Ecco come ottenerlo | Tarantobuonasera

09 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 08 Dicembre 2021 alle 22:53:00

Cronaca News

Bonus Vacanze, si potrà attivare già dal 1° luglio. Ecco come ottenerlo

Bonus Vacanze
Mare

I danni che il lockdown ha provocato al turi­smo (13% del Pil del Paese e 15% della forza lavoro) sono stati enormi. «Molte imprese – spiegano dalla Confcommercio di Taranto – hanno azzerato i fatturati ed alcune non hanno ancora riaperto. Occorre sviluppare un modello di turismo che valorizzi e promuova l’immagine dell’Italia, che metta in campo mi­sure di sostegno come la tax credit (Bonus Va­canze), linee di credito agevolato e voucher per ammodernare le strutture turistiche e per sostenere i percorsi di innovazione e qualifica­zione delle competenze».

Il Governo nell’ambito del decreto Rilancio – a sostegno delle imprese ricettive che hanno subito i danni del fermo Covid – ha messo in campo il Bonus Vacanze, un contributo desti­nato alle famiglie che effettuano un soggior­no presso una struttura ricettiva italiana (hotel, B&B o altro) prenotando direttamente. L’im­porto è modulato secondo la numerosità del nucleo familiare e varia da 500 a 150 euro a seconda del numero di persone. Possono ot­tenerlo i nuclei familiari con Isee fino a 40 mila euro. Il bonus potrà essere richiesto a partire dal 1° luglio e sino al 31 dicembre 2020.

«Il bonus non rappresenta l’optimum per gli operatori, la soglia dei 40 mila è bassa – secon­do Federalberghi – ma è comunque un fatto concreto, sono stati infatti stanziati 2, 4 miliardi di euro.

L’80% degli interpellati ne ha sentito parlare, ma non sa come attivarlo e più del 50% di chi andrà in vacanza vorrebbe fruirne».

Federalberghi ed Abi hanno firmato un proto­collo d’intesa finalizzato a mettere in campo – attraverso le strutture operative locali del siste­ma Federalberghi Confcommercio – iniziative di promozione della misura e di incentivazione degli accordi diretti a favorire il processo di cessione del credito, in modo tale da mettere a disposizione risorse liquide aggiuntive per i fornitori dei servizi turistico-ricettivi.

A tal fine ConfcommercioTaranto ha già volu­to organizzare una prima iniziativa di informa­zione per gli operatori del settore e per quanti vorranno fruire del bonus. Sono allo studio al­tre iniziative a livello nazionale e locale.

Martedì 23 giugno alle ore 17.00 sulla pagina facebook di Confcommercio Taranto nel corso della diretta ‘Bonus Vacanze’ si approfondirà la tematica.

Per PugliaPromozione, interverrà il dirigente del Piano strategico ‘Puglia 365’, Luca Scan­dale; in rappresentanza degli operatori: il presidente provinciale delle Imprese dell’O­spitalità extra alberghiera Confcommercio, Cosimo Miola, la imprenditrice Stella Falco, componete del direttivo provinciale di Fede­ralberghi. Interveranno il direttore di Sistema Impresa, Tullio Mancino ed il presidente provin­ciale di Confcommercio, Leonardo Giangran­de. Modera l’incontro Simona Giorgi, respon­sabile dell’area Comunicazione e Turismo di Confcommercio.

Ecco come ottenerlo

Il bonus potrà essere richiesto e sarà erogato esclusivamente in forma digitale. Per ottenerlo è necessario che un compo­nente del nucleo familiare sia in possesso di un’identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Iden­tità Digitale) o CIE 3.0 (Carta d’I­dentita Elettonica). Al momento della richiesta del bonus, infatti, si dovranno inserire le creden­ziali SPID e successivamente for­nire l’Isee.

«Come già detto – spiegano dall’Agenzia delle Entrate – il “Bonus Vacanze” sarà digita­le (presto forniremo indicazioni precise sull’app per smartpho­ne a cui si potrà accedere per ottenerlo). Non bisognerà stam­pare nulla, ma sarà possibile averlo sempre a disposizione sullo smartphone e basterà mo­strarlo all’albergatore, quando si dovrà pagare il soggiorno direttamente presso la struttura dove si sceglierà di trascorrere le vacanze». Ma l’Agenzia dell’En­trate fornisce chiarimenti anche alle strutture turistiche ricettive, «Fino al momento della riscossione del Bonus Vacanze da parte di un tuo cliente, non serve che tu faccia nulla: solo far sapere a chi sceglierà la tua struttura per le vacanze che aderisci all’iniziativa! Lo sconto ap­plicato al tuo ospite in possesso del “Bonus Vacanze” ti sarà rimborsa­to sotto forma di credito d’imposta utilizzabile, senza limiti di importo in compensazione mediante il mo­dello F24, ovvero cedibile anche a istituti di credito». Il “Bonus vacan­ze” si potrà spendere presso una struttura ricettiva italiana dal 1° lu­glio al 31 dicembre 2020. Inoltre, il bonus: può essere utilizzato da un solo componente del nucleo familiare, anche diverso dalla persona che lo ha richiesto; può essere speso in un’unica soluzio­ne, presso un’unica struttura tu­ristica ricettiva in Italia (albergo, campeggio, villaggio turistico, agriturismo e bed & breakfast); è fruibile nella misura dell’80%, sotto forma di sconto immedia­to, per il pagamento dei servizi prestati dall’albergatore; il re­stante 20% potrà essere scarica­to come detrazione di imposta, in sede di dichiarazione dei red­diti, da parte del componente del nucleo familiare a cui viene intestato il documento di spesa del soggiorno (fattura, docu­mento commerciale, scontrino/ricevuta fiscale). Lo sconto ap­plicato come “Bonus vacanze” sarà rimborsato all’albergatore sotto forma di credito d’imposta utilizzabile, senza limiti di impor­to in compensazione, o cedibile anche a istituti di credito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche