Attualità News

Rogo di Lido Silvana, dopo 19 anni ferita ancora aperta

Inviata una lettera al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella

Rogo di Lido Silvana
Rogo di Lido Silvana

PULSANO – Una lettera al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per chiedere al Capo dello Stato un interven­to per sanare una ferita aperta da troppo tempo.

A firmarla è l’ufficio stampa P.S.I., e parla del terribile rogo di Lido Silvana, a Marina di Pulsano, il 25 giugno 2001. “Andarono in cenere 40 ettari di macchia mediterranea, 13mila alberi di pino, non­chè una decina di attività commerciali. Una ferita che allo stato dei fatti non è mai stata rimarginata” si legge nella let­tera. “Subito dopo quel pauroso incendio, si svolse un Consiglio comunale monote­matico con la partecipazione di moltis­simi rappresentanti (nazionali, regionali, provinciali) che promisero di riportare in vita il bosco andato in fumo.

La classica manifestazione di buoni propositi che contraddistingue i nostri politici abituati a cavalcare l’onda emo­zionale degli eventi. L’allora segretario politico dei socialdemocratici pulsa­nesi Simona Pavese (all’epoca dei fatti Consigliere comunale di maggioranza durante il secondo quinquennio a gui­da Luigi Laterza) chiese espressamente l’intervento dell’allora presidente della Giunta della Regione Puglia Raffaele Fitto. Successivamente la Pavese scrisse anche una missiva all’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, inoltre si fece carico di proporre alcune iniziative legate al rilancio del turismo in quell’aria.

Nulla è stato fatto! Il totale disinteresse ha lasciato la nostra amata Pulsano in­dietro di decenni nel campo del turismo e della valorizzazione delle nostre risor­se primarie, rispetto ad altri territori vi­cini e lontani”.

“Successivamente” si legge ancora “il Consiglio di Stato (dopo 14 anni ) ha annullato il Piano Urbanistico Generale approvato (con il nostro voto contrario) nel 2005 dalla stessa Giunta guidata da Luigi Laterza, questa sentenza ha porta­to il Comune di Pulsano indietro di cir­ca 43 anni causando notevoli problemi alla cittadinanza e all’economia e a Lido Silvana. Mentre il paese resta in balia delle onde, abbandonato a se stesso, la discussione su questo punto non è stata mai affrontata anche se una società ha acquisito il terreno di che trattasi da una curatela fallimentare In considerazione di ciò chiediamo il suo intervento presso il Sindaco di Pulsano, nonché nei riguar­di del Prefetto di Taranto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche