10 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 10 Maggio 2021 alle 07:32:34

Cultura News

Yachting Club: torna “L’angolo della conversazione”, tra libri e spettacoli

Presentata la rassegna organizzata con il sostegno della BCC San Marzano e Programma e Sviluppo

Presentato "L’angolo della conversazione"
Presentato "L’angolo della conversazione"

«Temevamo di do­ver rinunciare a tutte le nostre attività e, invece, fortunatamente siamo qui a presentare la XVI edizione de “L’angolo della con­versazione”»: è così che Gian­luca Piotti – insieme a Daniela Musolino titolare dello Yachting Club – apre la conferenza stampa che annuncia i sei appuntamenti in cartellone per l’edizione 2020 della rassegna culturale organiz­zata dalla stessa struttura a San Vito, con il supporto della BCC di San Marzano, in collaborazione con le librerie Ubik e Mondadori bookstore di Taranto e vari part­ner, tra cui Programma Sviluppo.

«Nonostante il Covid19 e le tante difficoltà legate a questo virus – ha detto Piotti – lo Yachting Club punta ancora una volta sulla cul­tura come elemento di sostegno e di traino dell’economia e, quindi, del turismo. In questo supportata dal Comune di Taranto che ha, tra l’altro, concesso il suo Patrocinio all’edizione 2020 della rassegna».

Dopo il successo degli ultimi se­dici anni, “L’angolo della conver­sazione” ha mantenuto il suo for­mat e, ancora una volta, attraverso una serie di eventi serali porterà a Taranto esponenti della cultura, della letteratura e del giornalismo.

Si parte il 16 luglio con Gabriella Nobile e la presentazione del suo libro dal titolo “I miei figli spie­gati a un razzista”. Il 23 luglio, invece, a distanza di due anni al Club torna Lercio.it con lo spet­tacolo “Vero o Lercio?” e la pre­sentazione, in anteprima assoluta, del libro. Il 30 luglio sarà la volta di Stella Pulpo, autrice del libro “Esserti fedele sempre” e, il 6 agosto, Maria Carmela Ostil­lio presenterà il suo “Personal branding”.

Il 13 agosto sul palco dello Yach­ting salirà, invece, Michele Cas­setta con lo spettacolo, di cui è autore ed interprete, “La mente latente”.

Il cartellone, salvo novità che sa­ranno eventualmente annunciate nei prossimi giorni, si chiuderà il 27 agosto con uno tra gli ap­puntamenti più attesi: quello che vedrà protagonisti Serena e Ste­fano Andreotti, a Taranto per parlare dei “Diari segreti” del padre Giulio.

«“L’angolo della conversazione” arricchirà, ancora una volta, l’e­state tarantina e sono davvero felice che accada dopo il timore che il Covid19 interrompesse un filone che dura, oramai, da sedici anni – ha sottolineato il vice sin­daco di Taranto e assessore alla cultura, Fabiano Marti – Era da un po’ che con Gianluca Piotti pen­savamo di fare qualcosa insieme: quest’anno abbiamo mantenuto la promessa e siamo presenti in que­sta rassegna che nel percorso di crescita culturale della città, trova spazio e s’inserisce di diritto pro­ponendo, tra l’altro, quattro autori tarantini». Nell’organizzazione di questa edizione, come si accennava lo Yachting Club si avvale del so­stegno di Programma e Sviluppo, diretta da Silvio Busico e la Bcc San Marzano di San Giuseppe, da sempre attenta alla crescita cultu­rale di tutto il territorio.

«Parlare di “banca” in tempo di Covid è in controtendenza: le banche, in realtà, non si sono mai fermate, chiamate da Governo e Regione a lavorare per la ripresa economica del territorio – ha det­to il neo presidente della BCC di San Marzano, Emanuele di Pal­ma – Questo non ci ha impedito, però, di continuare a sostenere la cultura in tutti i suoi aspetti. Con lo Yachting Club ci siamo imposti di fare qualcosa di significativo. Il programma che è venuto fuori è il frutto di un’attenta ricerca anche tra i talenti locali ed è già, sicu­ramente, interessante così com’è, anche se pensiamo di renderlo ancora più prestigioso aggiungen­do altri nomi di spessore. Con il Comune di Taranto ci auguriamo di collaborare per altre iniziative perchè la cultura, per noi, va por­tata fuori dal territorio».

«Anche noi, come istituzione, non ci siamo mai fermati – ha com­mentato Sivio Busico, direttore generale di Programma Sviluppo – Come gli altri abbiamo temuto che questa potesse trasformarsi in un’estate “dormiente”.

Per fortuna, non è così. E dopo il successo dello scorso anno, non abbiamo potuto rinunciare all’op­portunità di avvicinare i nostri ragazzi alla cultura».

Anche per Cosimo Borraccino, assessore regionale allo sviluppo economico, la cultura rappresenta un fattore di crescita della società.

«È sicuramente uno dei fattori di crescita per la nostra città – ha ammesso – e il nuovo metodo di fare sistema tra le varie istituzio­ni mettendo insieme le forze non può che essere d’aiuto.

Faccio un plauso alla proprietà dello Yachting per aver garantito una rassegna culturale di livel­lo in un momento difficile per il circuito economico-imprendito­riale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche