Altri Sport News Sport

«I Giochi del Mediterraneo 2026, punto d’approdo della transizione»

Giochi del Mediterraneo
Giochi del Mediterraneo

Si è insediato a Taranto, a Palazzo di Città, il Comitato organizza­tore dei Giochi del Mediterraneo Taran­to 2026. Per il momento costituiscono il comitato i rappresentanti nominati dai membri fondatori, Regione Puglia e Co­mune di Taranto.

Per la Regione sono stati nominati An­gelo Cito, presidente della Federazione Italiana Taekwondo, Michele Barbone, presidente Federazione Italiana Danza Sportiva, B eatrice L ucarella, C onfindu­stria Taranto, e Claudio Stefanazzi, Re­gione Puglia. Per il consiglio direttivo il presidente Michele Emiliano ha delegato Elio Sannicandro. In rappresentanza del Comune di Taranto, il sindaco Rinaldo Melucci, ha nominato Angelo Giliber­to, presidente Coni Puglia, Michelange­lo Giusti, delegato Coni Taranto, Mattia Giorno e Valentina Perone del Gabinetto del sindaco.

Il Comitato organizzatore sarà integrato dai componenti nominati dal Ministro dello Sport, dal presidente del Coni, dal presidente del Cip e dal presidente della Provincia di Taranto. Durante il corso della riunione, il Comitato ha affrontato alcuni temi tra cui la predisposizione del budget per la parte organizzativa dei Gio­chi così come richiesto dal Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora.

Inoltre c’è stato un aggiornamento sul ma­sterplan degli impianti sportivi individua­ti a Taranto e in altre città della provincia ionica, nonché a Brindisi e a Lecce.

In videoconferenza ha partecipato ai la­vori del Comitato anche il direttore gene­rale del Ministero dello Sport, Giuseppe Pierro.

Lo statuto del comitato organizzatore prevede, comunque, l’inserimento di al­tre istituzioni. Ad ora si è già registrata la volontà di adesione da parte della Ma­rina Militare e della Sovrintendenza per i Beni Archeologici, a breve altre istitu­zioni chiederanno di aderire. Il presiden­te Michele Emiliano, che ha presieduto il Comitato, ha espresso grande soddi­sfazione perché “si tratta di un momento formale, ma anche del calcio di inizio di una avventura emozionante.

Quando abbiamo intrapreso questo per­corso non pensavamo di arrivare sin qui, abbiamo sorpreso noi stessi come capita a chi si rende conto delle qualità che ha e le qualità di Taranto sono tantissime”.

“La strada per la XX edizione dei Giochi del Mediterraneo è partita, l’insediamen­to di assemblea e consiglio direttivo del Comitato Mediterraneo è il primo passo operativo verso la definizione di tutte le attività che, nell’arco temporale di cinque anni, ci consentiranno di mostrare a citta­dini e visitatori una Taranto attraente ed efficiente – è stato il commento del sinda­co Melucci – Entro l’anno avremo il ma­sterplan con le opere da realizzare, i pri­mi cantieri partiranno già nel 2021 e per il 2026 avremo anche realizzato la gran parte delle trasformazioni che questa Amministrazione comunale ha progettato negli ultimi tre anni: la riqualificazione del quartiere Tamburi e dell’Isola Madre, di Palazzo Archita e dei waterfront, la re­alizzazione delle BRT e della Green Belt. Siamo al lavoro per consegnare al futuro, ai nostri ragazzi, una città che avrà com­piuto una transizione radicale: i Giochi del Mediterraneo del 2026 saranno uno splendido punto d’approdo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche