News Provincia

“Salento delle Murge”

Il Gal Magna Grecia ha sottoscritto il protocollo per aderire al network

Il Gal Magna Grecia
Il Gal Magna Grecia

Il Gal Magna Grecia ha sottoscritto il pro­tocollo di intesa per aderire al network “Salento delle Murge”, l’innovativo progetto di rete per lo sviluppo turistico che intende progettare e realizzare un nuo­vo Marchio d’Area Turistica.

Con questo accordo entra nel partenariato del “Salento del­le Murge” anche il Gal Magna Grecia, il Gruppo di Azione Locale che abbraccia un ampio territorio che – comprendendo 12 comuni – va dalle cento mas­serie di Crispiano fino al mare cristallino di Pulsano, passan­do da importanti centri come Grottaglie e San Giorgio Jo­nico. Così da oggi il Gal Magna Grecia è partner di questo im­portante progetto innovativo di marketing turistico, ampliando le proprie attività di animazio­ne e promozione del territorio già messe in campo con il PAL 2014/2020. Il protocollo d’Inte­sa è stato firmato da Lucia Ca­vallo, presidente del Gal Magna Grecia, e da Carmen Valente, rappresentante e manager la rete “Salento delle Murge”; alla sottoscrizione del documento erano presenti Ciro Maranò, di­rettore del Gal Magna Grecia, e Maria Teresa Marangi, respon­sabile delle Relazioni esterne della rete “Salento delle Mur­ge”. Uno degli aspetti principali del protocollo è il sostegno e il supporto che riceverà la rete “Salento delle Murge”, come ha sottolineato il neo Presidente Lucia Cavallo affermando che «il Gal Magna Grecia mette a disposizione il proprio know-how per consentire al progetto di prendere forma e di valoriz­zare il territorio in chiave gre­en ed ecosostenibile, strumenti questi divenuti sempre più im­portanti nel contesto turistico».

«Salento delle Murge è una ini­ziativa volta a realizzare – ha spiegato la manager Carmen Valente – un nuovo Marchio d’Area Turistica caratterizzato da una forte identità di zona; obiettivo finale è incentivare l’incoming di flussi turistici or­ganizzati, in particolare attra­verso la costituzione di una rete di operatori economici, la map­patura dei luoghi di interesse, l’integrazione di percorsi turi­stici e, infine, la valorizzazione delle produzioni locali».

Il territorio di riferimento della rete “Salento delle Murge” – co­stituita sei mesi addietro – è una vasta area che, con trentasei co­muni delle province di Taranto e Brindisi, comprende la parte più meridionale delle Murge e quella più settentrionale del Sa­lento, in un ampio quadrilatero i cui confini vanno da Taranto a Brindisi, e da Torre San Gen­naro sulla costa adriatica, fino a Torre Colimena sulla costa jonica.

Il progetto della rete “Salen­to delle Murge”, che ha sede a Grottaglie, è già stato “sposato” dalla Regione Puglia che lo so­stiene attraverso il PSR Puglia 2014/2020 (Misura 16 – Sot­tomisura 16.3.2 “Creazione di nuove forme di cooperazione per lo sviluppo/la commercia­lizzazione dei servizi turisti­ci”).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche