21 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Giugno 2021 alle 19:30:12

News Provincia di Taranto

Turismo a Martina Franca, la Cgil chiama imprese e istituzioni

L’incontro promosso per il prossimo 24 luglio

Piazza XX Settembre a Martina Franca
Piazza XX Settembre a Martina Franca

MARTINA FRANCA – Moda e Turismo: la Cgil chiama a raccol­ta imprese e istituzioni.

Il Made in Italy e la sua faccia sul fronte dell’offerta turistica e culturale. Questi due importan­ti asset strategici dell’economia e dell’occupazione nazionale e locale stanno insieme nell’ini­ziativa che il 24 luglio a partire dalle 18.30 la Cgil, insieme alle categorie Filcams e Filctem terrà nella sede del Villaggio Sant’A­gostino, a Martina Franca.

Si chiama “Maestranze – Il lavo­ro di qualità genera sviluppo di qualità” la giornata patrocinata anche dal locale ente civico, che porrà al centro della discussione il ruolo che i lavoratori del com­parto tessile e confezioni e quelli del settore turismo e cultura pos­sono svolgere nell’ipotetica fase di rilancio che si dovrebbe mette­re in atto per questi due comparti in forte difficoltà.

“Ci fa piacere che una influencer del calibro della Ferragni venga in Puglia a parlare delle nostre bellezze e promuova la moda in­ternazionale ma ci troviamo di fronte a un punto cruciale della storia di questi due settori, così importanti, così indispensabili anche per la reputazione italia­na sui mercati esteri, e spesso il gigante poggia le sue gambe sui piedi di argilla di lavoro precario o assenza di diritti – dice Giovan­ni D’Arcangelo, della segreteria Cgil ionica che introdurrà i lavori di venerdì.

Serve un cambio di passo e a Martina la Cgil prova a indicare una strada comune alle istituzioni, rappresentati dal sindaco, Franco Ancona, dall’assessore alle attivi­tà produttive, Bruno Maggi, ma anche dai rappresentanti del mon­do dell’impresa, come Salvatore Toma, presidente della sezione moda di Confindustria Taranto, Leonardo Giangrande, presiden­te di Confcommercio Taranto e Daniele Del Genio, presidente di Cna Federmoda Puglia.

“Il lavoro dovrà essere parte in­tegrante di questo cambio di pas­so – dicono dalla Cgil – perché è attraverso la valorizzazione e il coinvolgimento dei lavoratori che lo sviluppo può portare benessere e crescita sociale nella comunità.

Se il lavoratore è considerato mero spettatore, protagonista pas­sivo di decisioni prese altrove, lo sviluppo sarà solo una facciata abbellita di un palazzo decrepito”.

Maestranze che avranno la voce anche di Anna Marangi, lavora­trice del comparto turistico e di Paola Fresi e Giordano Fumarola, rispettivamente segretari provin­ciali di Filcams e Filctem.

A moderare l’incontro sarà il direttore di ValleditriaNews, il giornalista Massimiliano Mar­tucci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche