11 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 11 Maggio 2021 alle 15:46:20

Cronaca News

Le fiamme e la paura, rogo sulla Litoranea

Tra Lido Silvana e Lido Checca bruciati dieci ettari

Le fiamme e la paura. Rogo sulla Litoranea
Le fiamme e la paura. Rogo sulla Litoranea

Un rogo divampato attorno alle 16, alimentato e reso impetuoso dal forte vento e che, ancora dopo le 18, era “vivo”, ma meno spaventoso. Dieci ettari bruciati, tra ‘macchia’ e sterpaglie, nel­la zona tra Lido Silvana e Lido Checca. Lambito un importante stabilimento bal­neare, il Tridakna, con la strada a fare da barriera tra le fiamme e lo stesso stabi­limento.

Per precauzione sono state evacuate die­ci famiglie.

È stato di vaste dimensioni l’incendio che nel pomeriggio di ieri ha destato grandi preoccupazioni sulla Litoranea Salentina. «Sì, ci siamo spaventati molto. Per un attimo la mente è andata a quel maledetto 25 giugno del 2001» la data del famigerato “incendio di Lido Silva­na” ha raccontato a Taranto Buonasera il sindaco di Pulsano, Francesco Lupoli, che ha seguito sul posto l’evolversi degli eventi di ieri.

Per fortuna, nonostante le legittime pre­occupazioni nulla che possa essere pa­ragonato a quello spaventoso rogo che devastò la zona quasi vent’anni fa è ac­caduto: «Il massiccio intervento pare aver scongiurato il peggio» spiega infatti Lupoli. Vigili del Fuoco del distacca­mento di Taranto e Manduria, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, i vigili urba­ni di Taranto e di Pulsano hanno unito le forze per limitare i danni. In azione anche i Canadair della Protezione Civile. Le immagini del denso fumo nero hanno invaso anche le bacheche dei social, tra paura e – parziale – sollievo quando la si­tuazione è parsa tornare sotto controllo. Da capire le cause del divampare dell’in­cendio, per appurare una eventuale ma­trice dolosa o se magari è stata l’incuria (un mozzicone di sigaretta, ad esempio) a far nascere le fiamme.

Il vento forte, poi, è stato decisivo per il loro propagarsi.

Le colonne di fumo hanno causato gran­de preoccupazione, e inevitabilmente quando un incendio importante si veri­fica in zona non si può non temere il ri­petersi del dramma del 2001. Il “rogo di Lido Silvana” è stato un evento epocale, che ha cambiato la fisionomia di una del­le aree più belle della Puglia e che è poi stato al centro di una lunghissima coda giudiziaria, con i verdetti definitivi arri­vati solo nel 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche