News Spettacolo

Successo per lo swing… on the boat

Tanto entusiasmo a bordo della motonave dell’Amat. Si replica 7 agosto

I ballerini della scuola “Be Swing”
I ballerini della scuola “Be Swing”

Il Lindy hop americano, il “ballo del sorriso”, il ballo di coppia che esprime la vo­glia di vivere positivamente superando le avver­sità, è arrivato a Taranto navigando sulle acque del Mar Piccolo e del Mar Grande.

È la magia di “Swing on boat in Taranto”, il nuo­vo evento esclusivo targato “Be Swing”, la di­namica scuola di danza di Taranto, organizzato con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Taranto ed in collaborazione con “Kyma Mobilità – Amat”.

Da venerdì 24 luglio, ogni 15 giorni il Lindy Hop e la musica swing animeranno la tradizio­nale escursione serale delle motonavi di Kyma Mobilità Amat. Si replica i venerdì 7 e 21 agosto e 4 settembre, con partenza alle 20 e ritorno alle 21.30 al Piazzale Democrate.

Il debutto di “Swing on boat in Taranto” ha ri­scosso un clamoroso successo. In tanti, infatti, hanno “sposato” questa nuova proposta nuova entusiasmante: ammirare le meravigliose bellez­ze di Taranto da bordo di una motonave, nella suggestiva atmosfera dell’imbrunire degustando un calice di vino, mentre musicisti suonano dal vivo la trascinante musica swing e coppie di bal­lerini si esibiscono a pochi metri.

Ogni 15 giorni il venerdì sera la tradiziona­le escursione turistica serale delle motonavi di “Kyma Mobilità – Amat” sarà arricchita dalla presenza a bordo di alcuni dei più importanti musicisti del panorama jazz/swing pugliese, sul­le cui note balleranno coppie di ballerini della scuola “Be Swing”. Nell’occasione ai passeggeri sarà anche offerto un calice di vino.

Il Lindy hop è nato nelle “ballroom” di Harlem, negli anni Trenta; da un paio di anni è arrivato a Taranto grazie alla scuola di danza “Be Swing” e al suo direttore artistico, Nicky Pezzolla.

Nel debutto ha suonato lo Swing Trio composto da Gianfranco Menzella al sax, Guido Di Leone alla chitarra e Giampaolo Laurentaci al contrab­basso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche