News Spettacolo

Leo Tenneriello conquista la finale del Sanremo Rock

Leo Tenneriello conquista la finale del Sanremo Rock
Leo Tenneriello conquista la finale del Sanremo Rock

Conquista la finale nazionale di “Sanremo rock” il cantau­tore e scrittore tarantino, Leo Tenneriello: dopo aver superato, lo scorso sabato, le selezioni regionali a Foggia, l’artista si prepara ora a salire sul palco della 33a edizione del prestigioso concorso per band e cantanti emer­genti in programma dal 7 all’11 settembre 2020, al Teatro Ariston a Sanre­mo, salvo possibili modifiche decise dal governo per l’emergenza sanitaria Covid19.

«Ero lì, solo, con la mia chitarra acustica, la mia voce e due canzoni da cantare: “Tutto può succedere” e “C’è chi sceglie per me” – ha dichiarato Tenneriello – Prima e dopo di me le band. Mi sentivo un po’ un pesce fuor d’acqua. I miei capelli grigi in mezzo a tanti ragazzi. Alcuni erano capel­loni in ritardo o di rimando a ricordare la mia adolescenza. Da allora il modo di esibirsi e di proporsi non è cambiato. Solo più televisivo, senza le telecamere. Bello, però. Vivo. Superbo e garbato. Tecnico e volenteroso. Può sembrare spocchiosa la mia considerazione, ma giuro che non lo è nel­le intenzioni. Questa è la sensazione che mi porto dentro. Continuo la mia ricerca dell’essenziale anche attraverso le canzoni. Questo m’interessa».

La nuova avventura, per lui, ha avuto inizio solo qualche mese fa.

«È successo che ho superato le preselezioni regionali di Sanremo Rock & Trends, a dire degli organizzatori, su un numero considerevole d’iscritti – ci racconta – Accedo, quindi, alla finale regionale. Questa si svolge dal vivo, a Foggia nella villa comunale. Una ventina di band. Ne passano solo otto. Il destino e la giuria mi hanno voluto fra quegli otto. Ora me la gioco al teatro Ariston, sì proprio quello lì, quello dove vanno i cantanti famosi o aspiranti tali. Nella seconda settimana di settembre. Che il Dio della musi­ca sia dalla mia parte è la mia egoistica preghiera. Essenziale!”».

Sanremo Rock nasce negli anni ‘80 nella Città di Sanremo come costola internazionale del Festival della Canzone Italiana. Sul palco del Palarock – una struttura metallica dell’epoca che ospitava i big internazionali del Festival come Whitney Houston, Spandau Ballet e Paul Young, suonava­no in gara per l’evento artisti emergenti che oggi sono big del panorama musicale italiano. Dopo un periodo difficile, da tre anni la manifestazione è tornata a far parlare di sé, seguita dai più importanti produttori, editori, manager, radiofonici del nostro paese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche