Cronaca News

Doppia preferenza uomo-donna, interviene il Governo

Giuseppe Conte e Michele Emiliano
Giuseppe Conte e Michele Emiliano

Il Governo nomina un commissario straordinario avente la funzione di provvedere “agli adempimenti strettamente conseguenti” per l’attuazione del decreto sulla doppia preferenza di genere nelle Regionali in Puglia. È quanto previsto dal testo del provvedimento varato nel Consiglio dei ministri. Per il ruolo di commissario è stato individuato il prefetto di Bari, Antonia Bellomo.

«Oggi abbiamo scritto una nuova pagina nella storia italiana dei diritti politici e, in particolare, dei diritti delle donne. Per la prima volta il Governo è intervenuto per adottare un decreto-legge che introduce nella legislazione della Regione Puglia il vincolo della doppia preferenza, offrendo a tutti gli elettori pugliesi la garanzia di poter scegliere, in occasione della prossima competizione elettorale, tra candidati di sesso diverso.

Per il Governo l’empowerment femminile è un imperativo morale, politico e giuridico – continua Conte -. Non siamo disposti a consentire ulteriori discriminazioni a carico delle donne. Questo vale anche per le altre Regioni che ancora non hanno adeguato i rispettivi sistemi elettorali al principio di parità di genere.

Rivolgiamo adesso un appello a tutte le forze parlamentari, senza distinzioni tra maggioranza e opposizioni: sarebbe davvero un bel segnale che il decreto-legge appena approvato dal Consiglio dei Ministri riunito in seduta straordinaria fosse convertito in legge all’unanimità dal Senato e dalla Camera dei Deputati».

Soddisfatto il presidente della Puglia Michele Emiliano, oggi presente a Palazzo Chigi: «Dopo cinque anni di tentativi di convincere il Consiglio Regionale della Puglia, assolutamente sovrano in materia, ad approvare la Doppia preferenza di genere nella legge elettorale pugliese per adeguare la nostra regione al resto d’Italia, oggi il nostro impegno programmatico si è realizzato grazie al Governo della Repubblica. Oggi davanti al Consiglio dei Ministri che mi ha convocato allo scopo, ho potuto finalmente esprimere il mio pieno consenso all’introduzione della doppia preferenza di genere nella legislazione pugliese.

Ringrazio tutte le forze politiche di maggioranza e di opposizione che in queste ore hanno espresso favore nei confronti del provvedimento che il Governo ha appena approvato. Non c’era più tempo purtroppo per riconvocare il Consiglio Regionale, ma nella sostanza il provvedimento del Governo riassume le posizioni di tutti ed equipara la legge pugliese a quella delle altre regioni e dei comuni. La cosa più importante è aver raggiunto l’obiettivo che ci eravamo prefissi».

1 Commento
  1. Paolo 6 giorni ago
    Reply

    Volevo aggiungere una precisazione sulle dichiarazioni di Emiliano, ma si rende conto di quello che dice o pensa che siamo tutti cretini? E’ intervenuto il Governo con un decreto visto che la Puglia è inottemperante , Ok, il decreto va convertito in Legge dalle Camere che avverrà solo ad elezioni ultimate e trattandosi di un decreto in materia elettorale, si può chiedere il voto segreto e se il Governo va sotto, si ritorna alle urne………….e lui che fa? gioisce………..poveri noi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche