News Provincia

A Ginosa avviati i cantieri del reddito di cittadinanza

A Ginosa avviati i cantieri del reddito di cittadinanza
A Ginosa avviati i cantieri del reddito di cittadinanza

GINOSA – Reddito di cittadinanza: con­volti i beneficiari nei progetti utili alla collettività, i Puc.

Sono ufficialmente partiti ieri 5 ago­sto i Puc (Progetti Utili alla Collettività) nell’ambito del Reddito di Cittadinanza.

“Spiagge in circolo – Promozione del Ter­ritorio’’ e “Giardini e piazze da adotta­re – Riqualificazione Urbana e Cura del Bene Comune’’ sono due dei sei progetti ideati da Comune di Ginosa e dall’equipe di Contrasto alla Povertà PON Inclusione appena avviati e che vedranno coinvolti sin da oggi 15 beneficiari del Reddito di Cittadinanza sia a Ginosa che a Marina di Ginosa.

A loro, si uniranno 10 percettori di RED (Reddito di Dignità Regionale). Il totale delle ore previste per i progetti PUC va dalle 8 alle 16 ore settimanali in base alla presa in carico del beneficiario.

Le attività comprendono pulizia del cen­tro storico e della gravina, vigilanza, di­vulgazione di iniziative estive, recupero delle aree verdi degradate, pitturazione muretti, ripristino piante, aiuole, piazze e zone di aggregazione.

“Quanto avviato è motivo di orgoglio e grande soddisfazione. Siamo entrati nella fase più concreta della misura di contrasto alla povertà ideata dal Movimento 5 Stel­le, che vede il coinvolgimento diretto dei beneficiari del Reddito di Cittadinanza” hanno dichiarato il sindaco Vito Parisi e l’assessore alle Politiche Sociali Romana Lippolis – Ginosa è tra i primi Comuni in Italia ad aver varato i PUC e ad averli av­viati. L’emergenza sanitaria ha purtroppo rallentato i processi di un iter avviato a inizio anno e che ora trova ulteriore con­cretezza.

L’ideazione di progetti mirati in base alle esigenze del territorio e della comunità, i colloqui con i fruitori di RdC per indi­viduare le mansioni idonee in base alle loro competenze pregresse e ambizioni, l’attivazione delle assicurazioni, le visite mediche, il corso di formazione sulla si­curezza, la fornitura e assegnazione dei dispositivi di protezione individuale: que­sti sono stati gli step che hanno portato all’avvio dei Progetti Utili alla Collettivi­tà.

Il percorso di inserimento dei benefi­ciari è stato supervisionato dall’equipe di Contrasto alla Povertà composta da Coordinatore dei Patti di Inclusione So­ciale, Responsabile PUC e Case Mana­ger.- proseguono il sindaco Vito Parisi e e l’assessore alle Politiche Sociali Romana Lippolis- i Ptpogetti utili alla collettività pongono al centro di tutto proprio i be­neficiari del Reddito di Cittadinanza, au­tentiche risorse per la comunità, in grado di svolgere lavori che contribuiscano al miglioramento e alla corretta gestione del bene pubblico. Tali impieghi potranno, inoltre, stimolare nei beneficiari un sen­so di appartenenza alla comunità sempre maggiore, senza sentirsi inutili o, peggio ancora, distanti dal mondo lavorativo.

Una sorta di scambio tra Stato e benefi­ciario di RdC, che offre la sua disponi­bilità in un progetto di prossimità futura.

I restanti quattro progetti – concludono il sindaco Vito Parisi e e l’assessore alle Politiche Sociali Romana Lippolis – pren­deranno il via prossimamente e, come già anticipato, è prevista una rotazione tra tutti i beneficiari della misura di contrasto alla povertà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche