Cronaca News

Rifiuti ai Tamburi, multe per chi non rispetta le regole

Raccolta differenziata, pugno duro dell’Amiu

Rifiuti ai Tamburi, multe per chi non rispetta le regole
Rifiuti ai Tamburi, multe per chi non rispetta le regole

«Sconti per nes­suno. Garantire igiene e decoro è il nostro imperativo, secondo le indicazioni del sindaco Ri­naldo Melucci».

Linea dura del presidente di “Kyma Ambiente – Amiu” Giampiero Mancarelli, d’intesa con il primo cittadino. Il man­cato conferimento dei rifiuti negli orari e nei giorni stabiliti non sarà più tollerato e sono an­che scattate le prime multe per gli utenti indisciplinati.

Il presidente Mancarelli, con gli operatori di “Kyma Ambiente – Amiu”, gli ausiliari ecologici e la Polizia Locale, è intervenuto martedì al quartiere Tamburi, in particolare in via de Amicis e via Leopardi. In quest’ultima via è stata riscontrata la situa­zione più critica: a parte pochis­sime eccezioni, su tutta l’arteria non si rispettano le regole della raccolta differenziata.

Rifiuti ai Tamburi, multe per chi non rispetta le regole
Rifiuti ai Tamburi, multe per chi non rispetta le regole

«Abbiamo detto basta e siamo passati alle multe – ha spiegato Mancarelli – al quartiere Tam­buri la differenziata è al 68%, significa che siamo sulla strada giusta, ma serve l’impegno di tutti gli utenti. Dobbiamo ga­rantire l’igiene e il decoro urba­no, ma devo anche la dignità dei lavoratori di “Kyma Ambiente – Amiu”. Non consentiremo più che la raccolta differenziata non si faccia correttamente».

La raccolta differenziata va fat­ta rispettando il frazionamento e il calendario di conferimento. I rifiuti si conferiscono dalle 22 per il ritiro del mattino succes­sivo secondo le modalità indi­cate. Conferire i rifiuti senza rispettare gli orari stabiliti da apposita ordinanza sindacale, e senza rispettare il calendario, pregiudica il servizio di raccol­ta differenziata. Ciò costringe gli operatori di “Kyma Ambien­te – Amiu” a intervenire con un mezzo per raccogliere tutto come indifferenziato, perché i cassonetti a quel punto sono contaminati. Conferire in modo errato comporta un aggravio dei costi per l’azienda e la colletti­vità.

Mancarelli ha inoltre confer­mato di volere aumentare il nu­mero dei cassonetti per miglio­rare il servizio. Il presidente, d’intesa con il sindaco Rinaldo Melucci, ha anche avviato nella giornata di martedì il program­ma straordinario di igienizza­zione dei cassonetti utilizzati per la raccolta differenziata, per venire incontro alle richieste dei cittadini.

Il primo intervento è stato effet­tuato in piazza Russo, al quar­tiere Tamburi. «Ricordiamo che i carrellati sono forniti in como­dato d’uso all’utenza – ha con­cluso il presidente – che, come da ordinanza, deve provvedere anche alla loro pulizia. Viste le alte temperature e l’accertato mancato corretto conferimento nei giorni stabiliti per i diversi frazionamenti, stiamo provve­dendo alla pulizia dei cassonetti per contenere il cattivo odore».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche