Cronaca News

Il vero obiettivo di Agromed

L’interrogativo dei sindacati confederali di categoria: Sviluppo industriale o fondi Cipe?

La ex Miroglio di Castellaneta
La ex Miroglio di Castellaneta

«Agromed sem­bra sempre più una mela di Tantalo, che quando stai per af­ferrarla si allontana. Così sem­bra a conclusione dei tavoli in Regione, dove la possibilità che si ricollochino i lavoratori ex Miroglio e si dia nuova vita al capannone industriale di Ca­stellaneta, si allontana sempre più, centimetro dopo centime­tro, ipotesi dopo ipotesi».

è quanto si legge in una nota congiunta delle organizzazioni sindacali Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil. «Che il capan­none fosse sotto sequestro era cosa nota, ma è noto anche che lo sblocco dei fondi Cipe è av­venuto solo grazie all’impegno della società Agromed di inve­stire su Castellaneta e sugli ex miroglini. Le dichiarazioni del presidente Cesareo ci preoccu­pano per due motivi – spiegano i segretari generali Fumaro­la, Costa e Guerriero – perché mentre ribadisce la centralità di Castellaneta, sembra impegnar­si per Grottaglie e si potrebbe leggere questo atteggiamento come un interesse solo sui ca­pitali sbloccati che non, come dovrebbe essere, sulla possibili­tà di avviare una nuova attività industriale. Questo interesse su Grottaglie non è chiaro – prose­guono i segretari – e rischia di gettare un velo di sospetto su un percorso virtuoso che ha coin­volto imprese, sindacati, territo­ri e rappresentanze istituzionali di tutti i livelli. Non vorremmo essere stati portati a spasso solo perché quei dieci milioni rima­sti lì per vent’anni fanno gola più che portare nuovo sviluppo a un territorio. Comprendiamo che avere un reale e sincero in­tento imprenditoriale non è per tutti».

Dal fronte di Ginosa, invece, i sindacati invitano l’azienda Ecologistic a dare avvio al piano di assunzioni previsto dal cro­noprogramma. «Le nuove trenta unità sono le ultime previste dal piano, ma invitiamo l’azienda, qualora fosse nelle possibilità, a individuare sempre nel bacino degli ex miroglini le risorse da impiegare» concludono Fuma­rola, Costa e Guerriero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche