26 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Gennaio 2021 alle 06:25:59

Cronaca News

Patto per il nuovo poliambulatorio

Siglato un protocollo d’intesa tra Asl e Comune di Taranto

La sede della Asl di Taranto
La sede della Asl di Taranto

Siglato giovedì mattina, presso la Direzione Generale dell’Asl di Taranto, un protocollo di intesa tra l’Azien­da Sanitaria Locale e il Comu­ne di Taranto per la cessione in comodato d’uso di un terreno sito in via Cacace a Talsano su cui verrà edificato il nuovo Po­liambulatorio distrettuale che sostituirà quello già presente in località Tramontone.

Erano presenti alla firma dell’atto il direttore genera­le dell’Asl di Taranto, Stefano Rossi, il direttore amministrati­vo, Andrea Chiari, il segretario generale del Comune di Taran­to, Eugenio De Carlo, il presi­dente del Consiglio comunale, Lucio Lonoce, la Responsabile dell’Ufficio Contratti e Appal­ti presso il Comune, Francesca Tarquinio e il direttore dell’A­rea Gestione Tecnica della Asl, Paolo Moschettini.

La firma posta a margine dell’atto giunge a conclusione di un percorso iniziato dall’e­sigenza dell’Asl di realizzare una nuova struttura destinata ad ospitare i servizi distrettua­li al fine di ottenere un unico presidio impegnato ed organiz­zato per la presa in carico della domanda di salute e quindi per garantire migliori livelli di as­sistenza socio-sanitaria.

Il Comune di Taranto ha pron­tamente risposto a questo ap­pello deliberando già alla fine di luglio in Consiglio comunale uno schema di convenzione pre­sentato poi alla direzione stra­tegica dell’Asl.

La struttura, della superficie di oltre 11 mila metri quadrati, ospiterà ambulatori, un consul­torio familiare e un centro di fi­sioterapia e riabilitazione oltre che spazi di verde e parcheggi pubblici. Una parte del fabbri­cato sarà occupato dal Comune per servizi inerenti l’ambito sa­nitario.

Stefano Rossi ha dichiarato «Tra l’amministrazione comunale di Taranto e l’Asl è ormai conso­lidato da tempo un rapporto di reciproca e proficua collabora­zione. In questo quadro si inse­risce il protocollo firmato gio­vedì mattina. E’ nota la penuria di aree e spazi in una città come Taranto che, chiusa tra due mari, si contraddistingue per una edilizia di riempimento. In questa ottica la collaborazione tra l’Azienda Sanitaria Locale e il Comune mette a fattor co­mune le reciproche competenze per offrire ai tarantini servizi socio-sanitari maggiormente corrispondenti alle attuali esi­genze».

Il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci: «Grazie alla pianifi­cazione della locale Asl siamo oggi in grado di dimostrare una rinnovata attenzione alle nostre popolose periferie, specie in un frangente così sentito dai citta­dini come quello della qualità e stabilità dell’offerta sanitaria. Siamo grati degli sforzi che in mezzo a mille difficoltà la Asl Taranto porta avanti, il tema della salute, della prossimità al cittadino e della accessibilità ai servizi merita la nostra più grande attenzione e l’Ammini­strazione comunale vigila sul raggiungimento di questi obiet­tivi».

La firma della convenzione consentirà al Comune di Ta­ranto di rilasciare il permesso a costruire e rendere, quindi, il progetto candidabile al finan­ziamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche