Cronaca News

Un nubifragio manda Taranto sott’acqua. Auto bloccate nei sottopassi: tanta paura

Violento nubifragio a Taranto, città sott’acqua
Violento nubifragio a Taranto, città sott’acqua

Un violento nubifra­gio si è abbattuto nel pomeriggio di giovedì 6 sulla città e sul ver­sante orientale della provincia.

A Taranto la pioggia, come spes­so accade in queste circostanze, ha allagato i sottopassi di viale Magna Grecia, via Ancona e via Dante. Ci sono stati momenti di autentica paura perché diverse auto sono rimaste intrappolate e in alcuni casi ci è voluto l’intervento dei vigili del fuoco per estrarre i passeggeri dall’abitacolo. Nu­merose le squadre dei pompieri che hanno risposto alle decine e decine di chiamate arrivate dal capoluogo e, appunto, da vaste zone della provincia orientale.

A seguito del nubifragio, il sin­daco Rinaldo Melucci (nella foto accanto) ha attivato il Centro Ope­rativo Comunale, struttura fonda­mentale per gestire le emergenze.

Gli operatori della Polizia Locale hanno presidiato i sottopassi cit­tadini, dove i sistemi di sicurezza avevano immediatamente segna­lato la presenza di allagamenti, insieme ad alcune strade parti­colarmente colpite dall’evento atmosferico.

La Polizia Locale ha attivato ben 10 pattuglie per il servizio di monitoraggio che continuerà anche nella giornata di oggi. Dalla Protezione Civile è stata infatti diramata l’allerta arancione dalle 14 alle 17.

Come si fa sapere da Palazzo di Città, sono caduti 60 cm di acqua in meno di 20 minuti.

Fortunatamente, a parte le auto in panne e tanta paura, non si sono registrati danni particolarmente gravi e feriti, solo alcuni detriti sulle carreggiate delle arterie al­lagate. Fino alla serata di giovedì solo il sottopasso di viale Magna Grecia è rimasto interdetto al traffico.

Sui social sono circolati video e foto che hanno ben illustrato quanta pioggia sia caduta e quante difficoltà ci sono state, soprattutto per chi era in auto.

In provincia le situazioni più criti­che si sono registrate a Carosino, San Giorgio Jonico e Manduria. Paradossalmente sul versante occidentale non è caduta neppure una goccia di pioggia e addirittura i vigili del fuoco sono dovuti inter­venire a Chiatona per domare un classico incendio estivo

1 Commento
  1. Fra 2 mesi ago
    Reply

    Vergogna la città della coltura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche