Cronaca News

Controlli anti-covid per il Ferragosto, l’appello del Comune di Taranto

I controlli in spiaggia dell'assessore Gianni Cataldino
I controlli in spiaggia dell'assessore Gianni Cataldino
La Polizia Locale, recependo le indicazioni del sindaco Rinaldo Melucci, come programmato nei giorni scorsi ha avviato una serie di controlli sulle spiagge, di mattina, e nei luoghi della movida serale dove ci sono maggiori probabilità di assembramenti.
Si tratta di attività che vengono effettuate ogni anno, contro fenomeni come gli accampamenti irregolari o i falò, anche in collaborazione con le altre forze di polizia. Quest’estate, tuttavia, il primo cittadino ha disposto che fosse prestata maggiore attenzione preventiva, dovendosi effettuare anche i controlli relativi al rispetto delle norme anti Covid-19, peraltro aggiornati dall’ordinanza della Regione Puglia emanata mercoledì.
«È necessario indossare la mascherina anche all’aperto – ha spiegato l’assessore alla Polizia Locale Gianni Cataldino –, dove non è possibile mantenere la distanza minima di un metro, ma anche al chiuso o quando ci si avvicina ai chioschi. L’amministrazione Melucci fa appello al senso di responsabilità dei cittadini tarantini: per evitare che il contagio aumenti, bisogna fare tutto ciò che è possibile».

2 Commenti
  1. Mariantonietta Palombella 2 mesi ago
    Reply

    Il sindaco melucci,pero non puo solo fare appello ai cittadini che,cone sappiamo,quando si tratta di divertirsi dimenticano il covid.dovrebbe ordinare di chiudere spiagge,locali e discoteche anche all’aperto a partire dalle 21,30 come fanno le altre citta altrimenti non abbiamo concluso niente.ha capito signor sindaco?per stasera lasci perdere l’economia e pensi alla salute delle persone.fa ancora in tempo a chiudere tutto alle 21,30.so di local I che hanno organizzato feste per stasera e di gruppi di giovani pronti a passare la notte di ferragosto cone tutti gli anni.grazie signor sindaco e governatore Emiliano.

  2. Giovanni 1 mese ago
    Reply

    E invece proprio i cittadini dovrebbero mostrare che non c’è bisogno di ordinanze restrittive per salvaguardarsi la salute per esempio la discussione di stamattina al mare con un gruppo di 20 persone a – di un metro .,Purtroppo le malattie non vanno in vacanza e il virus sta ritornando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche