22 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Giugno 2021 alle 07:26:25

Calcio News Sport

Taranto, partenza in sordina. I rossoblù in ritiro a Pietralunga

Taranto, partenza in sordina - Foto Francesco Manfuso
Taranto, partenza in sordina - Foto Francesco Manfuso

In ventidue, per ora. E poi chissà. La stagione del Taranto parte in sordina, let­teralmente: il gruppo affidato al tecnico Laterza è partito – raf­forzato dai giovani – per il ri­tiro di Pietralunga, in program­ma sino al 3 settembre. Questo la rosa attuale: Portieri: Diego Abbrandini (2001), Giovanni Coletta (2003); difensori: Ga­briele Azzarito (2002), Aniello Boccia (2002), Antonio Ferra­ra (1999), Manuel Gonzalez, Antonio Guastamacchia, Vin­cenzo Patronelli (2002), Gian­marco Rizzo; centrocampisti: Ibrahima Ba, Aboubakar Diaby (2000), Gianluca Giammaruco (2001), Antonio Marino (2000), Massimiliano Marsili, Gianluca Mastromonaco (2000), Kelvin Matute; attaccanti: Luis Maria Alfageme, Vincenzo Corvino, Alessandro De Gregorio (2002), Leandro Guaita, Antonio San­tarpia (2000), Paolo Serafino (2001).

La squadra e lo staff d sono stati sottoposti, come da protocollo, al test sierologico anti-Covid 19, sotto la supervi­sione del dott. Luciano Di Ca­stri e la collaborazione del dott. Giuseppe Volpe, tutti i tamponi effettuati sono risultati negativi. Ovviamente, dal calciomercato si aspettano rinforzi, compito questo che spetta al direttore sportivo Francesco Montervino. Ieri è stato ingaggiato Antonio Guastamacchia. Nato a Terlizzi il 19 giugno 1995, Guastamac­chia è un difensore centrale che è cresciuto nel Settore Giovanile di Lecce e Juve Stabia. Nel corso della sua carriera ha militato in Serie D con le casacche di Ri­mini, Aversa Normanna, Turris e Savoia e nella scorsa stagione, in maglia oplontina, ha collezio­nato 21 presenze siglando una rete. Ecco le prime dichiarazioni ufficiali del centrale difensivo rilasciate ai microfoni del sito ufficiale: «Le mie prime sensa­zioni sono positive. Taranto è una piazza che non c’entra nulla con questa categoria. Sono orgo­glioso di questa scelta e onere­rò questa gloriosa maglia. Non vedo l’ora di cominciare».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche