23 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Giugno 2021 alle 11:00:13

Cronaca News

Scoppia l’incendio in una villetta, salvata coppia

Fiamme e paura in una villetta
Fiamme e paura in una villetta

I carabinieri han­no salvato due coniugi intrappo­lati all’interno della loro abita­zione avvolta dalle fiamme.

Paura a Lama. Una pattuglia della Sezione radiomobile del Comando provinciale è stata inviata dalla centrale operativa in una villetta per quello che sembrava un tentativo di furto in atto.

Appena i militari sono piombati sul posto si sono resi immedia­tamente conto che la situazione era ben diversa: infatti hanno notato subito fumo nero fuoriu­scire dalle finestre dell’abitazio­ne, a causa di un vasto incendio che era divampato in alcuni lo­cali del pianterreno.

A rendere ancora più complica­ta la situazione la presenza sia del sessantaduenne, proprieta­rio della villetta, che si aggirava in stato dic hoc nell’abitazione, che di sua moglie, una cin quan­toittenne che era bloccata sul balconcino del primo piano.

I carabinieri hanno subito mes­so in salvo l’uomo, e utilizzan­do una scala di fortuna, sono saliti sul balconcino per trarre in salvo anche la donna, ma la malcapitata letteralmente im­mobilizzata dalla paura, non ac­cennava a muoversi dal balcone.

A quel punto mentre un cara­biniere le dava una mascherina chirurgica imbevuta d’acqua per al fine di ripararla il più possibile dal fumo cercando di tranquillizzarla, il suo collega si è diretto all’interno dell’abita­zione dove, grazie agli estintori in dotazione all’auto di servizio ha cercato di contenere le fiam­me in attesa dell’arrivo delle squadre dei vigili del fuoco.

Dopo poco sono arrivati sul po­sto anche altre pattuglie dei ca­rabinieri del Comando di via­le Virgilio e i vigili del fuoco della caserma di via Scoglio del Tonno.

I pompieri sono riusciti a spe­gnere l’incendio e a far scende­re la donna in tutta sicurezza.

Una volta che i vigili del fuoco hanno portato a termine l’ope­razione di spegnimemto delle fiamme e dopo che i due coniu­gi sono stati messi in salvo, i due carabinieri, a causa dell’in­tossicazione dovuta al fumo re­spirato, sono stati accompagnati presso il pronto soccorso dell’o­spedale “SS. Annunziata”.

Dopo aver prestato le cure i me­dici del nosocomio di via Bruno hanno giudicato guaribili in una settimana i due militari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche