22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 20:15:26

Cronaca News

Agromed e Centro Servizi, «Due progetti strategici»

Agromed, nel sito ex Miroglio di Castel­laneta
Agromed, nel sito ex Miroglio di Castel­laneta

«Agricoltura set­tore primario di eccellenza da sostenere in Puglia».

Così Mino Borraccino, assesso­re regionale allo Sviluppo eco­nomico.

«La Regione segue con interes­se la costituzione di Agromed, nel sito ex Miroglio di Castel­laneta. Strategico anche il pro­getto di avvio del Centro ser­vizi agricoltura di Grottaglie, una piattaforma importante per tutti gli agricoltori, che va avan­ti parallelamente ed è di pros­sima inaugurazione – evidenzia Borraccino – Il Centro, che ha dovuto superare una serie di lungaggini burocratiche negli ultimi anni, è oggi oggetto di un finanziamento regionale gra­zie alla lungimiranza delle isti­tuzioni locali, in particolare del Comune di Grottaglie, in stretto raccordo con la Regione Puglia. Si tratta di due progetti che – in due differenti territori della provincia di Taranto – potranno rappresentare i poli per un ri­lancio dell’economia agricola, fornendo agli imprenditori ser­vizi, attività di stoccaggio e col­legamento con i mercati italia­ni ed internazionali. Agromed – oggetto della riassegnazione di un finanziamento Cipe di 11 milioni di euro – si occuperà di stoccaggio e lavorazione di pro­dotti ortofrutticoli, sarà dotato di celle frigo e lavorerà sulle varie fasi della filiera dei pro­dotti stessi. Indubbie saranno le positive ricadute occupazio­nali, che gradualmente offrirà rioccupazione agli ex lavorato­ri della Miroglio. In merito ai problemi relativi al sequestro che grava sul capannone indu­striale, sulla necessità di boni­ficare l’area e sull’esigenza di ricollocazione del personale, lavoreremo in stretto contatto con la Camera di Commercio di Taranto e con gli altri Enti coinvolti, Prefettura, Arpa Pu­glia e Comune di Castellaneta, affinché si arrivi ad una celere soluzione».

«Intanto, la buona notizia è an­che la proposta che giunge da Grottaglie, che mette a disposi­zione della piattaforma logistica il Centro servizi per l’agricoltu­ra, con l’obiettivo di far diven­tare lo stesso un hub per la fi­liera agroalimentare – sottolinea l’assessore regionale – Sono due realtà che, nei rispettivi territo­ri, potranno lavorare in sinergia, considerando il ruolo importan­te che potrebbe assumere anche l’aeroporto di Taranto-Grot­taglie, per la spedizione delle merci ortofrutticole nei mercati esteri. E’ un’occasione straordi­naria, poiché le produzioni lo­cali, se ben collegate alle novità logistiche e all’intermodalità dei trasporti, potranno beneficiare di nuovi mercati per implemen­tare le vendite. E’ un passaggio importante verso una ricon­versione moderna della nostra economia agricola, colpita dalla crisi dovuta al blocco causato dalla pandemia da Covid 19, ma purtroppo anche dai frequenti danni causati dagli eventi atmo­sferici, ultima la grandinata del luglio scorso. Posso rassicurare sul mio impegno – conclude l’as­sessore regionale allo Sviluppo economico, Mino Borraccino – a sostegno della nostra agricoltura e dell’indotto ad essa collegato. Rimarco con forza la necessità di continuare ad essere costan­temente al fianco degli operatori del settore anche per il ricono­scimento dei danni causati dagli eventi meteorologici avversi, per i quali proprio recentemen­te abbiamo approvato, con una delibera di Giunta, la richiesta di risarcimento danni rivolta al Governo nazionale».

«Importante sarà reperire risor­se da destinare al mondo agri­colo, per una giusta ripresa eco­nomica».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche