10 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 10 Maggio 2021 alle 07:32:34

Cronaca News

Minacce alla moglie, allontanato da casa

Una volante della polizia
Una volante della polizia

E’ stato allonta­nato da casa dopo le minacce di morte alla moglie.

Una telefonata alla centrale operativa della Questura ha messo immediatamente in al­larme i poliziotti.

Un uomo, in preda ad un forte stato di alterazione, ha proferi­to, al telefono, minacce di morte all’indirizzo della consorte.

Gli agenti delle Volanti, rice­vuta la segnalazione dalla sala operativa, hanno raggiunto in pochi minuti il posto, uno stabi­le del centro cittadino.

In strada, hanno rintracciato l’uomo, un tarantino di cin­quantatrè anni, che in maniera sconnessa, continuava , come se fosse una cantilena, a lanciare minacce nei confronti della mo­glie.

Dopo averlo riportato alla cal­ma, gli agenti hanno raggiunto la donna, che abita in un appartamento situato al terzo piano di quel condominio.

L’attività di indagine, che è sta­ta avviata in modo tempestivo, ha consentito agli investiugatori della Questura di ricostruire i trascorsi di violenze subìte dal­la donna da parte del marito, spesso in preda ad una gelosia ossessiva.

Le condotte erano diventate così intollerabili che avevano fatto maturare nella donna, or­mai esasperata, la volontà di se­pararsi dopo più di 25 anni di matrimonio.

La decisione aveva ancor di più inasprito i rapporti coniu­gali, sempre più caratterizzati dall’esplosione di atti di intem­peranza e di violenza da parte del marito.

Accertati i fatti, al cinquanta­treenne gli agenti delle Volanti hanno notificato un provvedi­mento di allontanamento dalla casa familiare con contestuale divieto di avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dalla vittima.

E nelle ultime ultime settima­ne si erano registrati altri due interventi della Polzia di Stato nei confronti di mariti aggres­sivi nei confronti delle proprie mogli. Un 48enne era stato ar­restato dopo che in piena notte era tornato a casa ed ha aggre­dito la moglie. Una Volante era intervenuta in aiuto della don­na che aveva segnalato di essere stata malmenata da suo marito.

La vittima aveva raccontato ai poliziotti che suo marito rin­casato intorno alle 3 di notte, mentre la sua famiglia dormiva, era improvvisamente andato in escandescenza prima offenden­dola e poi, mentre era ancora a letto , le aveva lanciato contro un ventilatore. L’oggetto per fortuna non aveva provocato lesioni alla donna che aveva co­munque subìto le violenze fisi­che dell’esagitato marito.

L’uomo era già stato denuncia­to dalla moglie per le continue violenze familiari.

Rintracciato sul balcone di casa mentre fumava nervosamente una sigaretta era stato dichiara­to in arresto per maltrattamenti in famiglia.

La Polizia di Taranto aveva ar­restato un altro 48enne che ave­va perseguitato la ex moglie, arrivando a minacciarla con og­getti contundenti.

La richiesta d’aiuto era arrivata alla sala operativa dalla donna che aveva segnalato la presenza dell’ex coniuge nei pressi della propria abitazione. All’arrivo della pattuglia l’uomo aveva provato a dileguarsi ma era sta­to fermato e trovato in possesso di forbici, di un cacciavite e di una lametta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche