12 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 11 Maggio 2021 alle 21:25:15

Il personale di Kyma Ambiente al lavoro nelle scuole
Il personale di Kyma Ambiente al lavoro nelle scuole

– L’apertura del nuovo anno scolastico in Puglia è fissata al 24 settembre e sarà accompagnata dalle disposizioni anti-Covid per la sicurezza degli studenti e di tutto il personale. Kyma Ambiente ieri mattina è intervenuta all’Istituto Com­prensivo Galilei per rimuovere insieme alle sedie e ai vecchi banchi anche alcuni ingombran­ti, così come richiesto dalla di­rezione.

Altri interventi sono in pro­gramma nei prossimi giorni per venire incontro alle esigenze delle scuole di Taranto. A poche settimane dalla ripresa delle le­zioni il presidente di Kyma Am­biente Giampiero Mancarelli, su indicazione del sindaco Rinaldo Melucci e dell’assessore Paolo Castronovi, ha predisposto uno specifico servizio con uomini e mezzi aziendali che proseguirà fino a quando non saranno com­pletate le operazioni in tutte le scuole del territorio.

«Sono ormai diverse e le scuo­le di Taranto in cui Kyma Am­biente è intervenuta in queste settimane – ha dichiarato il pre­sidente Mancarelli – per garanti­re la sostituzione dei banchi di vecchio tipo e far posto ai nuovi. Con le nuove disposizioni mini­steriali anti-Covid, in vigore con l’avvio del nuovo anno scolasti­co, era necessario un intervento da parte nostra per supportare questa transizione.

Ci siamo resi disponibili im­mediatamente e siamo pronti a rispondere alle richieste che arriveranno da tutte le scuole della città, affinché l’inizio del­la l’anno scolastico possa essere immediatamente approntato nel migliore dei modi».

Sono giorni che il tema del­la scuola – che in molte regioni partirà il 14 – è al centro del di­battito nazionale. “È tutto sotto controllo. Ci siamo preparati ad affrontare i problemi ad uno ad uno. Se ci saranno bambini po­sitivi interverrà il dipartimento di prevenzione territoriale. Sono convinta che la scuola è il po­sto più sicuro di tutti in questo momento. La scuola inizierà il 14, è stato fatto un lavoro stra­ordinario”, ha detto la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, in visita questa mattina a Biella all’ Istituto Comprensivo del se­condo circolo di Chiavazza. “Ci siamo preparati- ha aggiunto – sistemando spazi ed eseguendo lavori di edilizia leggera. A fine giugno abbiamo dato linee guida precise”. “Se ci sono incertezze sono dovute più all’informazio­ne distorta che viene data che non alle regole che noi abbiamo dato e che sono precise – ha detto ancora Lucia Azzolina – Sono si­cura che le famiglie e il persona­le scolastico sanno esattamente cosa devono fare. E’ già succes­so qualche caso in Italia in cui si sia trovato in classe un bambino malato e la scuola è già ripartita da giorni. Ci sono protocolli e procedure precise da applicare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche