News Provincia

Un atto di gratitudine nei confronti di chi ha aiutato…. ad aiutare

Premio Generosi­tà
Sindaco Ancona e Gianni Genco

MARTINA F. – Un atto di gra­titudine verso chi ha aiutato ad aiutare: questo il significato più profondo del “Premio Generosi­tà”, la manifestazione organiz­zata anche quest’anno dal Cav (Coordinamento Associazioni di Volontariato) di Martina Franca.

Con la conduzione di Lucia Aquaro, la cerimonia di pre­miazione si è tenuta (sabato 12 settembre) presso la Biblioteca Comunale “Isidoro Chirulli” di Martina Franca, con il distan­ziamento sociale e nel pieno ri­spetto delle predisposizioni anti Covid-19. Tra gli altri sono in­tervenuti il Sindaco di Martina Franca Franco Ancona, l’asses­sore comunale ai Servizi Sociali Tiziana Schiavone e la consi­gliera comunale Maria Marangi.

Introducendo la premiazione Gianni Genco, presidente del Cav (Coordinamento Associa­zioni di Volontariato) di Mar­tina Franca, ha spiegato che «il Premio Generosità viene conse­gnato alle persone che si sono distinte per aver aiutato e soste­nuto le attività delle ventisette associazioni di volontariato ade­renti al Cav che – ha sottolineato Gianni Genco – non sono solo di Martina Franca, ma anche di al­tre località».

«Sono proprio le organizzazioni del nostro Coordinamento Asso­ciazioni di Volontariato a segna­lare ogni anno le persone che ricevono il Premio Generosità, tutte protagoniste di un’azione concreta di particolare genero­sità nei confronti delle stesse organizzazioni di volontariato. Non sempre si tratta di donazio­ni materiali, ma molto più spes­so di aver messo a disposizione, con spirito di gratuità, le proprie competenze ed energie suppor­tando così le attività di volonta­riato».

Questi i premiati dell’edizione 2020 del Premio Generosità (in parentesi l’associazione desi­gnante): socio sostenitore Paolo Oliva (Aida onlus); magistrato e scrittore Giancarlo De Catal­do (Movimento Shalom Onlus); consigliere regionale Donato Pentassuglia (Cittadinanzattiva – Tribunale per i Diritti del Ma­lato); Don Dino Lepraro (Uni­versità dell’Età Libera); Ange­lo Costantini, presidente Ass.ne Produttori Capocollo (Pro Loco Martina Franca); coniugi Michele e Mina Tagliente (As­sociazione Trapiantati Organi); coniugi Giuseppe e Comasia Schiavone (Associazione Tra­piantati Organi); carrozziere Martino Giacobelli (Unitalsi Martina Franca); volontaria Ro­salba Grassi (Comitato Unicef Taranto); coniugi Leo Lacarbo­nara e Teresa Caruso (Gruppo Volontariato Vincenziano Mar­tina Franca); Luana Calella, responsabile “Murgiavet – Lillo e i Vagabondi Martina Franca (Gli Angeli dei Randagi Onlus); meccanico Giovanni Manfre­di (Pubblica Assistenza AR27 Sermartina); Michele Rutiglia­no, dirigente medico P.S. P.O. “Valle d’Itria” Martina Franca (Moto Club San Martino – Mo­tosoccorso); avvocato Cataldo Francesco Pulpito (Federcon­sumatori Provinciale Taranto); Gran Caffè dei F.lli Mimmo e Piero D’Oria (Direttivo Cav); Vittoria Graziana Gaeta, pre­sidente Lions Club Martina Franca Valle d’Itria (Direttivo Cav); professor Mario Castel­lana (Direttivo Cav).

I premiati hanno ricevuto una pergamena e una semplice tar­ga realizzata con un pezzo di legno su cui è apposta una tela fissata con quattro chiodi con il logo della Casa del Volontariato di Martina Franca, una lumaca scolpita e realizzata dall’artista Letizia Battaglia: il guscio rap­presenta una casa che, oltre ad avere un valore in sé, è vitale perché è “abitata” da tante as­sociazioni di volontariato, una casa di fondamentale impor­tanza perché accoglie energie e azioni utili per l’intera colletti­vità: da qui il motto della Casa del Volontariato “Insieme per Agire”.

Ogni targa, oltre a riportare il nome della “Persona Generosa”, è anche numerata affinché non si perda mai la memoria delle persone che hanno aiutato ad aiutare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche