22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 14:24:26

Cronaca News

Ladro di autoradio pizzicato in corso Italia a Taranto

Squadra Mobile della Polizia
Squadra Mobile della Polizia

La Polizia di Sta­to ha arrestato un “topo dauto”.

E’ stato sorpreso dai Falchi del­la Squadra Mobile mentre era intento a portar via una autora­dio da una macchina.

E’ finito, così, in carcere un tarantino di quarantasei anni, colto in flagranza per il reato di furto aggravato.

Erano le 9.30 circa del matti­no, quando la centrale operativa della Questura ha segnalato alle pattuglie sul territorio la pre­senza di una persona sospetta che stava armeggiando vicino ad alcune autovetture parcheg­giate in corso Italia, all’altezza dell’incrocio con viale Magna Grecia.

Le pattuglie dela sezione “Fal­chi” della Squadra Mobile si sono precipitate immediata­mente nella zona sorprendendo, all’interno di un’autovettura un uomo che era intento a smontare l’autoradio, utilizzando due cac­ciavite.

E’ stato immediatamente bloc­cato, e, agevolmente identifica­to in quanto già noto alle forze dell’ordine per i numerosi pre­cedenti specifici per reati contro il patrimonio.

Nella disponibilità del quaran­taseienne gli agenti hanno rin venuto, oltre agli arnesi utiliz­zati per lo scasso, due autoradio: una era quella che aveva appena smontato dalla macchina e che aveva riposto all’interno di un sacchetto di plastica, l’altra era sempre di provenienza furtiva.

Ritenendo che fosse stata rubata poco prima, i poliziotti hanno effettuato un sopralluogo nelle immediate vicinanze e hanno notato una vettura che aveva il cristallo lato guida infranto ed era priva dell’autoradio.

Era stata rubata tenuto conto dei segni di forzatura sul cruscotto e dei numerosi fili elettrici che fuoriuscivano dal relativo allog­gio.

Sul posto sono interveuti i pro­prietari delle macchine prese di mira.

Gli automobilisti hanno ricono­sciuto come proprie le autoradio che aveva il quarantasienne fer­mato dai “Falchi” della Squadra Mobile.

Gli agenti hanno poi riconse­gnato la refurtiva ai proprietari.

L’uomo è stato condotto negli uffici della Questura di via Pa­latucci e al termine degli accer­tamenti di rito, è stato dichiara­to in arresto per il reato di furto aggravato ed è stato trasferito nella locale casa circondariale a disposizione dell’autorità giu­diziaria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche