07 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 06 Maggio 2021 alle 15:58:04

News Provincia

Ginosa, «Per la Tari agevolazioni e nessun aumento»

Il Palazzo di Città di Ginosa
Il Palazzo di Città di Ginosa

GINOSA – “Nessun aumento e conferma di numerose age­volazioni: l’avevamo promesso e l’abbiamo mantenuto. Così come annunciato nei mesi scor­si e sottolineato nel corso di appositi incontri con gli opera­tori economici, la tassa rifiuti 2020 resterà immutata e diver­se riduzioni saranno applicate, specialmente per i soggetti più colpiti dalle restrizioni legate all’emergenza sanitaria”.

E’ quanto ha dichiarato il sin­daco di Ginosa Vito Parisi alla luce della consegna in questi giorni degli avvisi per il paga­mento della Tari 2020 a cittadi­ni e attività economiche locali.

Gli avvisi sono stati elaborati dopo l’applicazione delle nu­merose agevolazioni deliberate dalla maggioranza M5S in Con­siglio comunale e in osservanza del nuovo regolamento vigente.

“Anche se l’avviso è chiaro e contiene tutte le informazioni necessarie secondo le norma­tive, l’Ufficio Tributi rimane a disposizione per chiarimenti e rettifiche dei dati inseriti e delle somme a mezzo mail o linkma­te. Tutte queste agevolazioni sono il frutto del miglioramento dei conti e dell’attenzione alle categorie – ha dichiarato l’as­sessore alle Politiche Tributarie Domenico Gigante – si è investi­to gran parte del miglioramento dei conti di bilancio alla ridu­zione della pressione fiscale. Ciò, proprio per ristorare delle perdite subite dagli operato­ri economici locali. A tal fine, l’invito è a controllare che ci si­ano i dati precisi del nucleo fa­miliare e dei metri quadri della attività, o se ci sono state varia­zioni in corso di anno che non sono state comunicate all’uffi­cio dell’Ente”.Da quest’anno, per maggiore trasparenza e per evitare applicazioni di sanzioni, tra le pagine dell’avviso è indi­cato il dettaglio delle somme non pagate per gli anni pregres­si, che possono essere sanate an­che con un piano di rientro rate­ale per la possibilità prevista nel Regolamento e per la Legge di Bilancio, evitando la ricezione dell’avviso di accertamento.Al fine di limitare gli accessi, si invita ad utilizzare prevalente­mente la seguente mail del Co­mune a cui trasmettere le istan­ze di correzione, rateazione, modifica o applicazione delle agevolazioni: tributi@comune.ginosa.ta.it Ecco le novità del 2020 al fine della verifica del­la corretta applicazione:nessun aumento; conferma agevola­zioni 2019; applicazione delle riduzioni per attività chiuse per Covid-19; nuovo regolamento aggiornato e revisionato. L’am­ministrazione Parisi precisa che le riduzioni per le chiusu­re sono mirate a chi realmente non ha aperto le attività e che le scadenze sono state differite al massimo fino al 5 dicembre 2020, mentre prima si partiva da maggio a novembre.

La prima rata si potrà pagare entro 15 giorni dalla ricezione della busta senza sanzioni e in­teressi. Ecco la sintesi delle ri­duzioni e delle agevolazioni: ri­duzione 25% pari a tre mesi per le attività chiuse dal dpcm; ridu­zione 25% per le attività indu­striali e produttive proporziona­ta ai giorni effettivi di chiusura; applicazione per i professionisti iscritti agli albi della tariffa più adeguata alla loro effettiva produzione di rifiuti con ridu­zione di circa il 50%; riduzione del 15% della tariffa variabile per le case in campagna che si aggiunge alla riduzione già del 33% dell’anno 2019; riduzione aggiuntiva del 25% della tarif­fa dei B&B, affittacamere senza cucina per minore produzione rifiuti; esenzione totale per chi attiva la partita IVA; esenzio­ne totale per chi si insedia nel centro storico e sul lungomare di Marina di Ginosa; riduzione tariffa del 30% e 20% per risto­ranti/ortofrutta/pescherie ban­chi di mercato/bar/caffetterie, amburgherie e birrerie; bonus per linkmate e PagoPa; riduzio­ne 30% quota variabile seconde case residenti; riduzione 30% quota variabile seconde case non residenti; riduzione 30% per produzione rifiuti speciali; riduzione tariffa con esonero per studenti universitari fuori sede e lavoratori fuori sede; ri­duzione compostaggio; riduzio­ne residenti all’estero; riduzione attività stagionali fino a 6 mesi; bonus eco-compattatore; bonus sicurezza; bonus plastic free; bonus acquisto carrellati per raccolta rifiuti; esenzione isee totale per valori fino a 2.500 euro; riduzione 50% per valori da 2.500 euro a 4.000 euro.

L’Amministrazione comunale inoltre precisa che l’esenzione totale o parziale per Isee, è ap­plicabile solo per una casa non di lusso e di dimensione norma­le con rendita catastale conte­nuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche