05 Dicembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 05 Dicembre 2020 alle 16:02:00

La Prisma ancora in rodaggio
La Prisma ancora in rodaggio

La Prisma Taranto Volley esce sconfitta dall’allena­mento congiunto contro la Bcc Castellana Grotte: al PalaGrotte, la formazione di coach Gulinelli si impone per 3-1 sulla squadra ionica, ancora in fase di rodaggio.

Coach Di Pinto deve ancora fare a meno di Simone Parodi e Fa­brizio Gironi, ancora alle prese con dei leggeri infortuni legati ai carichi di lavoro delle prime set­timane di preparazione. Il tecnico dei rossoblù sceglie lo stesso se­stetto di sette giorni fa: Coscio­ne in regia, Di Martino e Presta centrali, Padura Diaz opposto e la coppia Alletti-Fiore come schiac­ciatori. I padroni di casa, invece, scendono in campo con Garni­ca palleggiatore, Patriarca ed Erati centrali, Van Dijk opposto mentre Rosso e Ottaviani sono i due schiacciatori. Parte subito forte Castellana, con un parzia­le di 7-2 che costringe coach Di Pinto a chiedere il primo time-out dell’incontro: Taranto entra contratta in campo e non riesce a trovare la quadra, la formazio­ne barese ne approfitta e prende il largo, costruendosi un ampio vantaggio (18-9). La Prisma co­mincia a reagire ma Van Dijk e compagni portano a casa il primo set (25-18). Gli uomini di Guli­nelli iniziano bene anche il se­condo set, costringendo Di Pinto, sul punteggio di 6-3, a chiamare subito la sospensione. Taranto sale in cattedra, col gioco dei rossoblù che diventa più veloce e meno imprevedibile: un break di 0-5 porta avanti i rossoblù che entrano in partita e scendono in campo più grintosi e tenaci. Il set diventa molto combattuto, Ca­stellana prova a scappare via (18- 16) ma salgono in cattedra Fiore e Padura Diaz che conducono gli ionici fino ai vantaggi e alla vitto­ria del secondo parziale (26-28).

Il terzo set viene disputato, da en­trambe le formazioni, sulla stessa falsa riga del secondo: partita spi­golosa, combattuta e tirata, con Padura Diaz che prova a trascina­re la squadra ma Van Dijk e Pa­triarca, dal lato opposto, non de­mordono. Sul 15-13 per i padroni di casa, Di Pinto chiede time-out per sistemare la ricezione, a tratti imperfetta, e l’attacco; Castellana regge il confronto e, nel momento decisivo del set (22-22) piazza un mini-break di 3-0 che consente alla squadra barese di riportarsi in vantaggio. Nel quarto set, Di Pinto mischia le carte in tavo­la: rifiatano Coscione ed Alletti, dentro Cottarelli e Cascio. Sprint iniziale degli uomini di Gulinelli che si portano sul 6-2, la Prisma prova ad accorciare il gap ma Castellana difende bene e, in at­tacco, è letale. Anche Cazzaniga, entrato dalla panchina, da il suo apporto alla squadra barese che prende il largo: Taranto molla la presa, la New Mater ne approfit­ta, portando a casa il set (25-11) e aggiudicandosi l’allenamento congiunto per 3-1. Domani sarà la Prisma ad affrontare, al Pala­Mazzola, la squadra di Giulini nel terzo allenamento congiunto del precampionato: un ulteriore occasione per rodare gli ingra­naggi e prepararsi, al meglio, ver­so l’esordio in campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche