13 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Maggio 2021 alle 06:53:50

News Provincia

«Sui bus Ctp non c’è sovraffollamento»

Un bus del Ctp
Un bus del Ctp

“Sugli autobus del Ctp non c’è alcun rischio di sovraffollamento e, quindi, c’è l’assoluto rispetto delle li­nee guida emanate per evitare il contagio del Covid».

Lo assicura, in una nota stam­pa, l’amministratore unico del CtpSpa, Egidio Albanese, che replica così ad alcune preoccu­pazioni espresse, nei giorni scor­si, da un consigliere comunale di Avetrana e da uno di Pulsano.

«Ringrazio – afferma Albane­se – i due consiglieri per le loro sollecitazioni, ma i dati in nostro possesso dimostrano esattamen­te il contrario».

Infatti il numero dei viaggiatori che utilizzano per i propri spo­stamenti i pullman dell’azienda è in linea con le normative anti Covid che fissano nell’80 per cento dei posti totali (tra quelli seduti e quelli in piedi) la soglia massima di utenti da far salire a bordo dei mezzi. Peraltro, nel caso specifico, così come si può evincere, non ci sono stati nep­pure passeggeri che hanno viag­giato in piedi.

Del resto – conclude l’ammi­nistratore unico del Ctp – oltre agli autisti, ci siamo organizzati proprio per controllare che sia il più assoluto rispetto delle norme anti Covid. E lo stiamo facendo in maniera scrupolosa”.

L’allegato 15 del Dpcm (Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri) pubblicato il 7 settem­bre 2020 riporta le linee guida. per l’informazione agli utenti e le modalità organizzative per il contenimento della diffusione del covid-19 in materia di tra­sporto pubblico.

Tra le varie modalità la più nota, c’è quella che stabilisce un coefficiente di riempimento dell’80 per cento. “È opportuno, però, effettuare un chiarimento- sot­tolinea in una nota il Ctp- le stesse linee guida specificano che la percentuale va calcolata sui “posti consentiti dalla carta di circolazione” “prevedendo una maggiore riduzione di posti in piedi rispetto a quelli seduti”. La carta di circolazione degli autobus utilizzati da Ctp per il trasporto extraurbano prevede, ad esempio, 55 posti a sedere e 21 posti in piedi per i mezzi più vecchi e 50 posti a sedere e 25 posti in piedi per quelli più nuovi. Questi numeri determi­nano che su un totale di rispet­tivamente di 76 e 75 posti totali, l’80% di riempimento è pari ri­spettivamente a 61 e 60 posti ov­vero tutti quelli a sedere più al­cuni in piedi ovvero ridotti come da linee guida, rispettivamente a 6 nel caso di autobus vecchi (61-55=6) e 10 posti in piedi negli autobus nuovi (60-50=10). In merito al delicato tema del­la sicurezza degli studenti delle scuole, il Ctp ha attivato, a parti­re dal 24/09/2020, un sistema di monitoraggio da parte di addetti al servizio presenti alle fermate nelle fasce orarie di ingresso e uscita per verificare il rispetto delle norme per la salita sugli autobus che prevedono, oltre al possesso del titolo di viaggio, che tutti indossino correttamen­te la mascherina e la usino per l’intero tragitto. Il monitoraggio ha evidenziato, fino ad oggi, una situazione di assoluta normalità e rispetto delle regole anti-Co­vid”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche