23 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 23 Novembre 2020 alle 17:16:06

News Provincia

Festa solo religiosa in onore della Madonna del Rosario a Monteiasi

Madonna del Rosario a Monteiasi
Madonna del Rosario a Monteiasi

MONTEIASI- Grande festa seppur solamente religiosa, quella che si terrà l’11 ottobre prossimo in onore della Madonna del Rosario. Storia assai antica quella del SS. Rosario anche in questa cittadina alle porte di Taranto. Lo attesta proprio il cul­to di siffatta devozione mariana e la istituzione della relativa congrega che risale alla fine del XVI seco­lo, anche se la bolla di fondazione ufficiale fu ottenuta da Roma nel marzo del 1618. Sul similare di altri paesotti che dal medioevo si porta­vano dietro questa devozione, anche Monteiasi soprattutto dopo l’Unità d’Italia, cominciò a festeggiare con riti dedicati alla B.V. del Rosario tale anniversario.

Negli ultimi tempi poi la festa è stata molto solennizzata al punto da divenire quasi la seconda ricorrenza religiosa più sentita nel paese, sia per l’aspetto religioso che, soprattutto, per quello folkloristico devozionale. Motivo per cui anche quest’anno, non senza qualche sa­crifico e con il Covid incombente, l’aspettativa è rimasta sempre molto alta e questa cittadina jonica non è voluta mancare assolutamente al suo appuntamento con le celebrazioni per la Madre celeste già partite, in realtà, l’8 ottobre con l’apposito tri­duo di suppliche dedicate. Il ciclo di preghiere della durata di tre giorni in preparazione della ricorrenza, è stato curato direttamente da don Giovanni Nigro, neonominato lo­cale Amministratore Parrocchiale e Padre Spirituale della confrater­nita del SS. Sacramento e Rosario di Monteiasi.

Per le note questioni antiepidemia, non sarà possibile effettuare il rituale processionale della statua della Madonna nè, tan­tomeno, addobbare la cittadina con le fastose luminarie che provvedo­no normalmente a rendere radioso il bellissimo corso principale e che, quest’anno, saranno relegate alla sola piazza Maria Immacolata. Ci si dovrà allora accontentare, si fa per dire ovviamente, di festeggiare a Monteiasi la Madonna del Rosario, principalmente attraverso la com­ponente religiosa e in particolare la Santa Messa di domenica 11 ottobre alle ore 18.oo. A officiare la funzio­ne religiosa nella piazza principale, sarà chiamato il Vicario diocesano mons. Alessandro Greco. Al termi­ne della Celebrazione Eucaristica è previsto un pizzico di folklore che permette sempre di sigillare l’im­mancabile ricordo di questi giorni “festosi”, grazie allo spettacolo dei fuochi pirotecnici e alla banda musi­cale Città di Monteiasi. Come si di­ceva all’inizio, la commemorazione della Beata Vergine del SS. Rosario, pur essendo meno fastosa rispetto a quella del Crocifisso, è comunque assai sentita e partecipata. Il pensie­ro è riferito soprattutto considerando gli ammalati e chi per varie ragio­ni si trova a vivere fuori dal paese come attestano anche le numerose testimonianze dei fedeli e della lo­cale Confraternita. Don Giovanni Nigro, per la festa in parola, si è così espresso rifacendosi al Magnificat della Vergine:” Il canto di esultanza della Vergine Maria celebra la gra­zia divina che ha fatto irruzione nel Suo cuore. Anche noi siamo chia­mati a cantare il nostro Magnificat aprendo al Signore il nostro cuore, perché possa trovare dimora nel­la nostra anima e nella nostra vita. Guardiamo Maria, imitiamone le virtù e preghiamo il Santo Rosario, perché siamo capaci di vivere come suoi veri figli: è questo il maggiore omaggio che possiamo offrirLe.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche