29 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 29 Luglio 2021 alle 20:59:00

News Provincia di Taranto

Concessioni spiagge, le precisazioni del Sindaco di Ginosa Marina

Una spiaggia del versante occidentale della provincia
Una spiaggia del versante occidentale della provincia di Taranto

GINOSA MARINA – Sulla questio­ne rinnovo concessioni demaniali c’è il chiarimento del sindaco Vito Parisi. Ecco il testo: “Sono perve­nute all’Ufficio Tecnico del Comu­ne di Ginosa 19 richieste di proro­ga delle concessioni demaniali di Marina di Ginosa, tutte scadenti al 31.12.2020 le richieste riguardano il prolungamento della durata del­le stesse fino al 31.12.2033 (legge 145/2018 e s.m.i.).

Tuttavia, la legi­slazione italiana in materia risulta in contrasto con la direttiva europea “Bolkestein’’, che esclude il rinnovo automatico delle concessioni, im­ponendo il principio dell’adozione delle procedure a evidenza pubbli­ca. Alcuni concessionari dei lidi di Marina di Ginosa, hanno citato in giudizio dinanzi al Tar Puglia l’En­te Comunale, impugnando il silen­zio serbato dagli uffici in merito alle suddette istanze. Dovendo l’UTC procedere alla conclusione dei pro­cedimenti e stante l’attuale situazio­ne di incertezza normativa, ha ef­fettuato l’istruttoria delle richieste, inviando la relativa comunicazione alle ditte interessate, in cui veniva no illustrati i motivi ostativi all’ac­coglimento delle istanze di proroga, concedendo ai soggetti interessati i termini di legge per la presentazio­ne di osservazioni e contributi vari, utili alla chiusura del procedimento avviato. Tale decisione è supportata dalla copiosa giurisprudenza recen­te (Consiglio di Stato) che ha riba­dito inequivocabilmente il divieto di effettuare le proroghe automatiche al 2033, evidenziando la prevalen­za della normativa comunitaria ri­spetto a quella nazionale.

Decorsi i termini per le presentazioni delle osservazioni, l’Ufficio Tecnico com­pleterà l’istruttoria delle istanze, emettendo il provvedimento finale. Si sta procedendo nel pieno rispetto delle normative vigenti ovviamente non potevano mancare giudizi af­frettati diffusi attraverso gli organi di informazione da parte di chi non conosce la materia e non ha voluto approfondire la questione, ascoltan­do almeno la famosa altra campana. L’Amministrazione comunale non vuole ricoprire il ruolo di antagoni­sta per nessuno, ma ha l’obbligo di garantire la legalità e dare certezze agli imprenditori esistenti e a quel­li che vorranno investire in futuro sulle aree demaniali. Nell’ambito delle concessioni, abbiamo voluto affrontare situazioni che da troppo tempo non venivano prese in consi­derazione. Nel periodo tra gennaio e febbraio 2020 sono stati effettuati i sopralluoghi per cristallizzare le situazioni dei lidi nel periodo di non utilizzo delle aree concesse. Sono emerse diverse situazioni in merito ad abusi edilizi e difformità lungo la fascia demaniale marittima, nel­la maggior parte dei casi sanabili. L’emergenza sanitaria ha poi rallen­tato gli accertamenti. Solo 7 stabi­limenti su 22 sono risultati regolari o si erano messi in regola. Nessuno ha intenzione di remare contro gli imprenditori, dato che il rispetto della legalità è volto a tutelare an­che loro. Grazie all’adozione di un Piano delle Coste si potrà dare via a nuovi investimenti, migliorando l’offerta turistica, garantendo a cia­scun concessionario lo stesso spazio fronte mare sfruttando la spiaggia in profondità e dando vita a più lidi e spiagge libere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche