13 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Maggio 2021 alle 06:53:50

La sede del Commissariato di Manduria della Polizia di Stato
La sede del Commissariato di Manduria della Polizia di Stato

Ubriaco devasta la casa dei genitori e si scaglia contro i poliziotti: ventiduenne arrestato dalla Polizia di Stato. Un equipaggio della Volante del Commissariato Manduria a tarda notte è accorso in aiuto di una famiglia, il cui figlio visibilmente ubriaco, in preda ad un violento raptus, stava devastando l’appartamento.

Appena arrivati sul posto, i poliziotti, mentre si stavano accingendo ad entrare nello stabile, si sono trovati davanti il giovane, tra l’altro cià conosciuto dalle forze dell’ordine, iul quale, senza alcun freno inibitorio, si è scagliato contro d loro. Pronta la reazione degli agenti della Volante i quali, pur colti di sorpresa, sono riusciti con non poche difficoltà, ad immobilizzare il giovane esagitato. Tuttavia, il suo violento atteggiamento non si è placato neanche all’interno dell’auto di servizio: a calci e testate il giovane ha infranto il vetro posteriore della macchina del Commissariato. Solo dopo qualche decina di minuti, il ventiduenne , accompagnato negli uffici della Polizia di Stato, è riuscito a calmarsi ed ad assumere un comportamento più collaborativo.

Al termine delle formalità di rito, l’arrestato, F.M., già conosciuto alle forze dell’ordine per i suoi numerosi precedenti penali ed attualmente sottoposto alla misura di polizia dell’“obbligo di dimora”, è stato dichiarato in arresto per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento. Ai due poliziotti, visitati dai medici del pronto soccorso, sono state riscontrate lesioni guaribili per entrambi in sette giorni. Duro il commento della Federazione Sindacale di Polizia (Fsp). “Quanto accaduto a Manduria non è che l’ultimo di una serie di episodi di aggressione alle forze dell’ordine che non possono essere tollerate. Esprimo ai due poliziotti feriti la nostra solidarietà e vicinanza”, ha affermato il segretario provinciale Rocco Caliandro. L’episodio ha suscitato anche la reazione del segretario nazionale della Federazione Sindacale di Polizia, Filippo Girella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche