27 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Novembre 2021 alle 22:54:00

Cronaca News

Slitta a dicembre il processo all’ex Procuratore capo

Carlo Maria Capristo
Carlo Maria Capristo

POTENZA- Slitta al 14 dicembre prossimo l’i­nizio del processo a carico dell’ex procuratore di Taranto Carlo Maria Capristo. I difensori del magistrato, avvocati Angela Pignatari del foro di Potenza e Francesco Paolo Sisto, del foro di Bari, hanno chiesto e ottenuto il rinvio dal col­legio giudicante per motivi di salute del loro assistito costretto nei giorni scorsi al ricovero ospedaliero. La prima udienza dibattimentale dinanzi alla Sezione penale del Tribunale di Potenza, quindi, si terrà fra due mesi. Capristo è imputato insieme agli imprenditori Giuseppe, Cosimo e Gaetano Mancazzo, con l’accusa di indebite pressioni nei confronti del pm Silvia Curione, all’epoca in servizio negli uffici giu­diziari di Trani, al fine di pilotare un’inchiesta.

L’ispettore di Polizia Michele Scivittaro che secondo l’accusa, ha esercitato materialmente quelle pressioni in quanto uomo di fiducia di Capristo, ha chiesto di patteggiare la pena di un anno e dieci mesi. Gli altri saranno giudicati col rito ordinario.Sul processo incombeva anche il rischio Covid in quanto nei giorni scorsi il Pa­lazzo di giustizia del capoluogo lucano è stato chiuso per interventi di sanificazione. Ma ieri mattina è stato riaperto. La vicenda giudiziaria di Capristo per la Procura del capoluogo jonico ha chiuso un capitolo iniziato a maggio 2016. Il procuratore, infatti, ha rassegnato le dimissioni dall’incarico e anche dalla magistratura. Il testi­mone è passato nelle mani del procuratore ag­giunto Maurizio Carbone, ora facente funzioni fino all’assegnazione del vertice degli uffici di via Marche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche