21 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 21 Ottobre 2020 alle 16:38:07

News Spettacolo

“Musica nuda” al Fusco con il duo Spinetti-Magoni

Il duo Spinetti-Magoni
Il duo Spinetti-Magoni

Si torna a fare musi­ca, al Fusco: sabato, 17 ottobre, il teatro comunale in via Giovinazzi apre il sipario su un duo d’ecce­zione formato dal contrabbassista Ferruccio Spinetti e da Petra Ma­goni, attrice e cantante italiana.

Il progetto, “Musica nuda”, offer­to dal Comune di Taranto e dal “Taranto Jazz Festival”, da anni viene portato in giro per il mondo dai due artisti che hanno calcato palcoscenici prestigiosi tra cui ricordiamo l’Olympia di Parigi, l’Hermitage di San Pietroburgo. Il duo, inoltre, è stato ospite del Tanz Wuppertal Festival di Pina Bausch e, sempre in Germania, ha aperto i concerti di Al Jarreau.

Il concerto di sabato rientra nelle iniziative per tutti, tanto che per l’organizzazione è stata coinvolta l’associazione Movidabilia che as­sicurerà buone prassi di accessibi­lità per rendere il concerto fruibi­le a persone con disabilità.

Sarà inoltre presente, per la prima volta in un teatro, lo zainetto vi­brante Subpac che consentirà alle persone non udenti di “ascoltare” la performance.

IL PROGETTO “MUSICA NUDA”

Un incontro fortuito voluto dal destino quello tra Petra Magoni e Ferruccio Spinetti.

Cantante solista con all’attivo già quattro album, nel gennaio 2003 Petra Magoni aveva in program­ma un minitour in alcuni picco­li club della “sua” Toscana con un amico chitarrista. Proprio il giorno del loro primo concerto, quest’ultimo si ammala. Petra, in­vece di annullare la data, chiede a Ferruccio, già contrabbassista degli Avion Travel, di sostituirlo all’ultimo minuto.

Il concerto ottiene un tale succes­so che i due protagonisti di questo “Voice’n’bass” combo, nel giro di qualche settimana, mettono insie­me un intero repertorio composto dalle canzoni che più amano e di slancio registrano in una sola giornata il loro primo album “Mu­sica Nuda”, titolo che darà poi il nome anche al loro duo.

In sedici anni di intensa attività concertistica in tutto il mondo, “Musica nuda” ha collezionato riconoscimenti prestigiosi vantan­do nel proprio palmarès la “Tar­ga Tenco 2006” nella categoria interpreti, il premio per “Miglior Tour” al Mei di Faenza 2006 e “Les quatre clés de Télérama” in Francia nel 2007.

Nel marzo 2014 Ferruccio e Petra sono stati gli unici ospiti musicali della “Giornata Mondiale del Tea­tro” che si è celebrata all’interno del Senato della Repubblica, alla presenza del Presidente Pietro Grasso.

Nel 2015 e 2016, il “Little Wonder Tour” ha ottenuto successi in tutto il mondo, partendo dall’Europa, passando dagli Stati Uniti al Perù, fino ad arrivare in Giappone.

Nel 2017 esce “Leggera”, disco di brani inediti a cui seguirà un lun­go Tour internazionale. Nel 2018 si esibiscono alla Camera dei de­putati in occasione delle celebra­zioni per il centenario dell’Aula di Montecitorio.

In quasi 18 anni di attività, Petra e Ferruccio hanno realizzato più di 1400 concerti, prodotto otto dischi in studio, tre dischi live e un dvd.

LO SPETTACOLO

Tutti i dettagli dello spettacolo saranno raccontati nel corso di un incontro con la stampa previsto sabato mattina alle 11,30 nel foyer del teatro Fusco e al quale prende­ranno parte l’assessore comunale alla Cultura Fabiano Marti, il pre­sidente dell’associazione Taranto Jazz Festival, Antonio Oliveti e i due artisti che, nei giorni scorsi, hanno rilanciato dai loro canali social l’invito a venirli a trovare a Taranto.

L’inizio del concerto è previsto alle ore 21,30.

Tutte le informazioni e i bigliet­ti sono disponibili al Box Office di Taranto, in via Nitti angolo via Oberdan, chiamando i seguenti numeri di telefono: 392:0119199 e 099:4540763.

Info anche presso il Teatro comu­nale Fusco

Con “Musica nuda” l’Ammini­strazione Melucci continua a per­seguire l’obiettivo di spingere sul­la cultura per rilanciare la città di Taranto.

Dal 15 giugno scorso, data in cui sono stati ripresi gli spettacoli dopo lo stop imposto dall’emer­genza sanitaria per Covid-19, sono stati sette i Festival musicali che la Città dei Due Mari ha garantito a un pubblico che ha seguito, con in­teresse, ciascuna delle proposte e dei cartelloni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche