25 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 25 Ottobre 2020 alle 16:22:59

Calcio News Sport

Corim Città di Taranto: domenica via al campionato

Il Palafiom
Il Palafiom

Inizia domenica, fi­nalmente, la stagione della Corim Città di Taranto: le spartane nel pri­mo turno affronteranno la neopro­mossa Sangiovannese al Palafiom, con calcio d’inizio alle ore 16. Il pa­lazzetto potrà accogliere massimo 180 tifosi, che muniti obbligatoria­mente di mascherina, potranno en­trare pagando il relativo tagliando; ricordiamo che una parte dell’incas­so andrà alla Fondazione Giorgio Di Ponzio. Con l’inizio della nuova stagione, parte anche la campagna abbonamenti della Corim Città di Taranto. Tale tessera varrà per tutte le gare casalinghe delle “spartane” ed il costo è di sdieci euro. L’ab­bonamento potrà essere ritirato al centro sportivo Palafiom: per info e prenotazioni chiamare i seguenti numeri: 3924281471 o 3298227330.

Da parte sua, la Woman Grottaglie del presidente Cataldo Abatemat­teo e del tecnico Antonio Locoro­tondo suda per farsi trovare pronta al primo appuntamento in casa del Bitonto. A commentare e traccia­re un primo bilancio sul periodo è la capitana biancoazzurra Giusy Scarcia: “Stiamo facendo un’ottima preparazione, grazie allo staff tec­nico composto dall’allenatore Lo­corotondo, dal preparatore Angelo Passaro. Siamo a buon punto: fisica­mente stiamo bene lavoriamo sodo nonostante la mancanza del nostro palazzetto ci stiamo allenando tutti i giorni sperando di rientrare quan­to prima nella struttura, ma siamo convite che i risultati arriveranno.

Il girone che andremo ad affrontare è molto impegnativo ma ci faremo trovare pronte”. Quali obiettivi? “Vogliamo fare meglio dell’anno scorso e crescere sotto alcuni punti di vista che per via del Covid abbia­mo lasciato in sospeso”. Le nuove: “I nuovi acquisti si sono integrati benissimo: il gruppo c’è ed è un gruppo importante. Bisogna cre­scere tutte insieme e restare sem­pre unite. Per me, avere la fascia al braccio significa racchiudere tutto lo spogliatoio e diventare insieme un’unica cosa. Cerco sempre di trasmettere la passione e la voglia di lottare in campo restando unite anche fuori dal rettangolo di gioco. Molto spesso qualcuno pensa che chi indossa la fascia da capitano vuol comandare: si sbaglia di gros­so perché questo vuol dire unire il gruppo, risolvere i problemi che possono crearsi, trascinare la squa­dra e cercare di inculcare a tutte la stessa mentalità nel bene e nel male cercando di affrontare ogni cosa tutte insieme. Ringrazio tutta la di­rigenza per la pazienza, l’impegno e per il lavoro svolto fino ad ora. Spero che i tifosi possano sempre seguirci con la speranza che questo maledetto periodo finisca in modo da riaprire i palazzetti”. Il Bitonto?

“E’ sicuramente, una formazione di alto livello costruita per vincere il campionato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche