23 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 23 Novembre 2020 alle 17:16:06

Cronaca News

Far west nel centro di Taranto. Scattano tre assoluzioni

avvocati
L’avvocato Luigi Danucci

Far west nelle vie cittadine: tre assoluzioni. Una prima sparatoria l’8 novembre del 2014 in via Duca degli Abruzzi. L’attenzione degli investigatori della Squadra Mobile su due gruppi criminali in guerra per il controllo del territorio e degli affari illeciti. Dopo soli tre giorni un altro avvertimento a suon di piombo. In via Leonida furono esposi dei colpi di revolver contro l’abitazione di una famiglia ritenuta collegata alla sparatoria avvenuta l’8 novembre.

Nella stessa serata due uomini con il volto coperto da casco a bordo di una moto di grossa cilindrata raggiunsero un circolo ricreativo gestito da un’altra famiglia ed esplosero numerosi colpi d’arma da fuoco alcuni dei quali colpirono di striscio alcuni avventori del locale. Il processo per i fatti dell’8 novembre si è concluso con la condanna di quattro persone. Le condanne tra i sei e i tre anni di reclusione. Per le sparatorie avvenute l’11 novembre 2014, la prima contro l’abitazione di padre e figlio e la seconda contro il circolo ricreativo le indagini proseguirono attraverso le intercettazioni telefoniche ed ambienatali e l’esame dei testi oculari. Gli investigatori raccolsero elementi di prova per sostenere l’accusa contro L.R., ritenuta il passeggero dello scooter bianco che esplose i colpi di revolver contro l’abitazione di via Leonida, e padre e figlio ritenuti gli autori della esplosione di colpi avvenuta contro il circolo ricreativo. Dinanzi al gup del Tribunale di Taranto gli imputati L. R., difesa dagli avvocati Luigi Danucci e Daniele Lombardi, F. M. , assistito all’avvocato Maria Letizia Serra e D. M., difeso dall’avvocato Adriano Minetola, hanno scelto farsi giudicare con il rito abbreviato.

Il pubblico ministero ha formulato le richieste di condanna a otto anni di reclusione per D.M. e, di assoluzione per F.M. e di tre anni per L.R. Dopo le arringhe del collegio di difesa , il giudice dell’udienza preliminare accogliendo le argomentazioi dei difensori dei tre , ha assolto tutti gli imputati perche il fatto non sussiste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche