17 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Ottobre 2021 alle 00:33:00

Cronaca News

Confcommercio, la pandemia torna a rallentare il turismo

Turisti
Turisti

La pandemia Covid torna a rallentare il settore del tu­rismo. Il balzo dei contagi in Italia ed in Europa, la stretta dei Dpcm di ottobre riporta al clima di tensione precedente alla prima ondata del virus. Gli operatori dell’ospitalità al­berghiera ed extra alberghiera temo­no un secondo lockdown. A confron­tarsi sul tema, le imprese dell’extra alberghiero associato a Confcom­mercio Taranto nell’assemblea della categoria svoltasi nei giorni scorsi.

«Si è fatto il punto sulle varie pro­blematiche del settore a partire dalla corretta applicazione dei protocolli di sicurezza anticovid, le modalità di somministrazione delle colazioni etc – fanno sapera dalla Confcommercio – Inoltre, gli operatori si sono con­frontati sull’andamento della passata stagione turistica estiva. Le testimo­nianze degli operatori hanno con­fermato: una graduale ripresa delle prenotazioni a partire da luglio pro­seguita poi nel mese di agosto con il sold out in alcune zone, modesto l’andamento di settembre. Le aree di provenienza: Lombardia, Lazio, Puglia e Italia meridionale soprattut­to, in generale scarsa la presenza di turisti stranieri (Germania, Belgio, Svizzera). «La provincia di Taran­to, per la maggior parte degli ospiti delle strutture ricettive si è rivelata una piacevole scoperta – commenta il presidente provinciale della cate­goria Cosimo Miola – gli operatori ci hanno riferito di essere stati gratifi­cati dai commenti dei turisti e dai feedback della customer experience. Infatti, alcuni ospiti, che non aven­do trovato posto in altre località del Salento, avevano dovuto ripiegare su Taranto e le località della provincia, hanno scoperto un territorio ricco di attrattive e particolarmente acco­gliente e soprattutto molto diverso dal cliché della città industriale che purtroppo ancora prevale nell’imma­ginario collettivo. A tal proposito ac­corre lavorare ancora molto per pro­muovere l’immagine turistica della città e per valorizzarne le potenzia­lità.

Abbiamo davanti a noi un pe­riodo complicato, ma non dobbiamo perdere la fiducia. Possiamo lavorare per promuovere un turismo lento, di prossimità e sicuro. Il nostro territo­rio offre spazi e contesti sicuri ed è l’ideale per chi vuole vivere il terri­torio in una dimensione di riscoperta della natura, dell’arte, dell’enoga­stronomia». L’incontro si è concluso con la consegna delle targhe identi­ficative “Ospitalità Extra Alberghie­ra Confcommercio Taranto” che le strutture associate potranno esporre nell’area accoglienza ospiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche