23 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 23 Novembre 2020 alle 17:16:06

Cronaca News

Maltratta la ex moglie e la figlia sedicenne, arrestato dalla Polizia

Ancora un caso di donne maltrattate
Ancora un caso di donne maltrattate

Ha maltrattato a più riprese la ex moglie e la figlia sedicenne. Un tarantino di cinquantatrè anni, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dalla Polizia di Stato. L’ultimo violento episodio risale allo scorso 2 ottobre quando l’uomo ha provocato alla ex moglie gravi traumi e contusioni al volto ed agli arti. Gli investigatori della Squadra Mobile non appena acquisiti gli elementi necessari e sufficienti per consentire all’autorità giudiziaria di emettere una ordinanza di custodia cautelare, hanno fermato, nel giro di poco tempo, l’uomo che aveva perseguitato la ex moglie e la figlia minorenne. Le indagini sono partite dopo la denuncia presentata dalla ex moglie la quale, dopo essere stata ancora una volta aggredita si è rivolta alle forze dell’ordine per raccontare i lunghi anni di maltrattamenti fisici e di vessazioni psicologiche subite dall’ex marito.

Il drammatico racconto della donna, una volta preso finalmente coraggio ed affidatasi ai poliziotti della Questura tarantina, ha consentito di ricostruire agli investigatori quanto accaduto nell’arco degli ultimi due anni, di circostanziare i tanti momenti durante i quali, insieme a sua figlia di sedi cianni, erano state vittime di minacce fisi – – alla caserma Greco che e verbali, tanto da turbare la loro quotidianità e stravolgere la loro vita. L’ultima sconcertante aggressione dopo che la donna ha avuto “il colpevole ardire” di rivolgersi alle forze dell’ordine. Nella circostanza, l’uomo si è appostato, in tarda sera, sotto l’abitazione della ex coniuge, costringendola, dopo averla afferrata per i capelli, a salire a bordo della sua autovettura. Una volta raggiunto un luogo isolato, in aperta campagna, la poveretta è stata aggredita con calci e pugni al viso. Qualche giorno prima, un’altra violenta prova di forza: aveva danneggiato in maniera irreparabile la porta dell’abitazione della ex moglie dopo aver divelto completamente anche la cassetta della posta. Al termine degli accertamenti di polizia, su disposizione del giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Taranto che ha emesso, in tempi strettissimi, il provvedimento restrittivo, i poliziotti della Squadra Mobile hanno rintracciato l’uomo e lo hanno dichiarato in arresto per lesioni, percosse e maltrattamenti in famiglia. Ora è a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche