24 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 23 Novembre 2020 alle 17:16:06

Altri Sport News Sport

Atleti Azzurri, così rinascerà il campo ai Tamburi

Atleti Azzurri, così rinascerà il campo ai Tamburi
Atleti Azzurri, così rinascerà il campo ai Tamburi

L’impiantistica sportiva sarà uno degli assi di ri­generazione più importanti per il futuro del quartiere Tamburi.

La giunta guidata dal sindaco Rinaldo Melucci, infatti, ha ap­provato lo studio di fattibilità tecnico-economica per i lavori di riqualificazione di tutta l’area circostante il vecchio campo di calcio “Atleti Azzurri d’Italia”, tra via Deledda e il tracciato fer­roviario che attraversa il quartie­re. «Con un investimento previsto di poco più di 5 milioni di euro, in parte già finanziati dal Cis – ha spiegato il primo cittadino –, il progetto prevede la riqualificazio­ne del campo e della vecchia pista di pattinaggio che si trasforme­ranno in uno “sport center”, cui si aggiungeranno un “playground park” che recupererà la vecchia piastra commerciale e un “urban park” dedicato esclusivamente al relax».

Complessivamente si tratta di un’area di 70mila metri quadri nel­la quale l’ex campo “Atleti Azzur­ri d’Italia” rappresenterà il fulcro dell’intero intervento, diventando un centro federale FIGC. «Que­sto progetto è la prima risposta alle esigenze del quartiere e del­le numerose società sportive che ci chiedono spazi – il commento dell’assessore allo Sport Fabiano Marti –. Rispondiamo con un in­tervento organico per realizzare un’opera nel quale il calcio sarà protagonista, ma dove troveranno soddisfazione anche altri sport, in piena coerenza con la prospettiva dei Giochi del Mediterraneo».

Questo progetto è un tassello importante della rigenerazione urba­na che cambierà volto e destino al quartiere Tamburi, il cui primo passo sarà già compiuto a inizio 2021 con l’avvio dei cantieri per la riqualificazione di strade e marciapiedi, spiegano da Palazzo di Città. «Quest’area della città sarà completamente ridisegnata – le parole dell’assessore ai Lavori Pubblici Ubaldo Occhinegro –, trasformeremo Tamburi nel quar­tiere urbanisticamente più soste­nibile della città».

Ma lo sport si candida a cambia­re il volto anche di un altro quar­tiere, il rione Salinella. Tra sette mesi, il nuovo volto del Campo Scuola “Giuseppe Valente”, nel cuore del quartiere Salinella, sarà visibile a tutti.

Atleti Azzurri, così rinascerà il campo ai Tamburi
Atleti Azzurri, così rinascerà il campo ai Tamburi

Il sindaco Rinaldo Melucci ha partecipato nei giorni scorsi all’a­pertura del cantiere, un intervento da circa 2,3 milioni di euro che inciderà profondamente sull’as­setto dell’impianto, destinato a es­sere uno dei luoghi dei Giochi del Mediterraneo 2026.

Uno stadio di atletica leggera, con 750 posti a sedere (che divente­ranno 5mila durante i Giochi gra­zie a strutture mobili) e servizi a misura di federazioni sportive è la prospettiva cui è destinato il Campo Scuola, sul quale non si metteva mani dagli anni ’60, ossia dall’epoca della sua realizzazione. «Siamo molto contenti – le parole del primo cittadino –, ci abbiamo creduto talmente a questo quartie­re, allo sport, alla riqualificazione di impianti storici come questo che abbiamo iniziato a lavorare al progetto ancor prima di candidar­ci alla XX edizione dei Giochi del Mediterraneo. In corso d’opera la progettazione si è adeguata alle nuove esigenze dettate dall’even­to: avremo un gioiello a servizio della città, che riqualificherà il quartiere, offrirà occasioni di so­cialità e sarà motore di sviluppo. Da campo scuola diventa un vero e proprio stadio, con ricadute per il quartiere ben oltre i Giochi».

L’omologazione per il nuovo Cam­po Scuola, infatti, consentirà alle federazioni sportive di potervi or­ganizzare eventi di portata mag­giore, confermando la vocazione che si sta dando Taranto: essere un luogo aperto, accogliente.

Il progetto prevede la riqualifica­zione di tutta l’area, con il rifa­cimento della pista d’atletica, dei locali destinati a servizi e delle aree perimetrali, avendo cura di rispettare tutte le indicazioni tecniche federali. A regime, poi, come detto saranno realizzate tribune mobili e piste di allena­mento con parcheggi e box per le nazionali partecipanti ai Giochi del Mediterraneo. Un progetto che vede una partnership di eccellen­za, peraltro: la Mondo, leader glo­bale per le pavimentazioni sporti­ve e realizzatrice della pista per le olimpiadi di Tokio, ne sarà parte integrante. Come rilevato dall’as­sessore ai Lavori Pubblici Ubal­do Occhinegro, inoltre, anche gli altri immobili che circondano il campo scuola sono oggetto di at­tenzioni da parte dell’amministra­zione Melucci. «La palestra Ric­ciardi, che presto riapriremo – ha spiegato – è stata completamente riqualificata all’interno e ora stia­mo provvedendo all’esterno, dove risalta uno splendido murales re­alizzato nell’ambito del progetto Trust. Stiamo ragionando anche sul rudere adiacente, che avrebbe dovuto ospitare una piscina e che ora abbiamo inserito nel master­plan dei Giochi per destinarlo ad altra funzione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche